Le parole di oggi 28 Sep 2016 nelle pagine social dei principali giornali italiani » lista completa

L’uomo del monte ha detto Si, espulso dal moVimento 5 Stelle

Uomo del montegrillo

Neo iscritto al movimento cinque stelle, l’uomo del Monte nell’esercizio delle sue funzioni ha detto Si, per certificare la qualità di una partita di banane del Madagascar.

Venuto meno alla regola fondante del movimento che è dire No, sempre e comunque, anche ai controlli di qualità di un raccolto di frutta africana, l’uomo del Monte è stato espulso senza la possibilità di difendersi elencando i benefici del potassio nella dieta di ciascuno.

“Possiamo anche fare a meno del potassio, ma non possiamo tollerare inaccettabili insubordinazioni come quelle dell’uomo del Monte”. Per ragioni di opportunità politica da oggi il direttorio del movimento cinque stelle ha bandito le banane dalla dieta dei militanti.

Oi Dialogòi: Briatore vs Al Bano

Al_Bano

BriatoreDiscorso sulla vocazione e sull’offerta turistica della Puglia.

Briatore: “Il ricco vuole tutto e subito. Io so bene come ragiona chi ha molti soldi: non vuole prati né musei ma lusso, servizi impeccabili e tanta movida”. “Ci sono persone che spendono 10-20mila euro al giorno quando sono in vacanza”.

Al Bano: “La Puglia ci piace così com’è, non abbiamo bisogno di voi ricchi”. “Ma qui da noi vengono ricchi stranieri, americani e altri: e vengono anche a sposarsi nelle nostre masserie o agriturismi che piacciono molto così come sono.”

I due pensatori si confronteranno presto sul tema dell’immortalità dell’anima.

L’irresistibile bellezza del Porco che mangia

Lo trovo meraviglioso. Quando l’ho visto sono rimasto a guardarlo per un pò. Molto meglio di un post di Scanzi, di un’invettiva di Sgarbi, di un congiuntivo di Di Maio.

Silenzio, prendetevi qualche secondo e immaginatevi il suono del suo sincero appetito.

porco-che-mangia

Passerella di Christo sul lago di Iseo – Le reazioni

passerella-di-christo

Terron Power  @LuTerronPower
Quando arriva Thiago Motta la passerella di Christo si avvia come un nastro trasportatore.  » tweet
cam  @ironhowell
“il ponte é di christo ma la coda é della madonna”
battutoNA  » tweet
Cambiacasacca  @Cambiacasacca
Sono qui in attesa davanti alla passerella di Christo da due ore e mezza. E vedo che l’artista é invocato da tutti.  » tweet
I Gingilli Di Willy  @WCadei
Oggi vado sul ponte di Christo.
Porto con me anche il resto dei santi.  » tweet
Dana  @danavivaldi
Prima di tutto impariamo a ballare waka waka tutti assieme sulla passerella di Christo.  » tweet
Alaska  @emnocineiv
Oggi pomeriggio vado al ponte di Christo per me o muoio di caldo o annegata nel lago  » tweet
Gufo  @j_gufo
Da oggi puoi passeggiare sulla passerella di Christo grazie a Google Street View, poi scarichi il plug-in Pietra al Collo e completi l’opera  » tweet

Continue Reading

#Euro2016 – I meglio tweet

Anna Trieste  @annatrieste
Comunque, i napoletani che stanno seguendo due nazionali meriterebbero il doppio passaporto #euro2016 #copaAmerica  » tweet

Hernan Crespo  @Crespo
#Euro2016 #ESP #TUR quando l’intelligenza, la precisione, la concretezza e la tecnica convivono in un corpo unico….Don Andres Iniesta!!  » tweet
Gene Gnocchi  @GnocchiGene
Piuttosto che andare a trovare mia suocera guardo tutta Islanda-Ungheria #SkyEuro2016 #EURO2016 #RaiEuro2016  » tweet
Gene Gnocchi  @GnocchiGene
Sportivissimo Buffon. A fine partita Ibra gli ha dato la maglia e Gigi gli ha restituito il biscotto #ItaliaSvezia #EURO2016 #SkyEuro2016  » tweet

Continue Reading

La battaglia culturale di Arrigo

arrigo_sacchiChurchill disse che “gli Italiani perdono le guerre come fossero partite di calcio, e perdono le partite di calcio come fossero guerre.”
Non è un caso che i migliori tattici e strateghi del calcio siano italiani. Il caso di Arrigo Sacchi è eclatante. Ospite fisso nella trasmissione il Grande match, dispensa lezioni di calcio e di vita a tutti. Ormai equiparabile a un filosofo, una specie di Galilei del calcio, Sacchi cerca in ogni occasione di fare capire che il calcio è un gioco di squadra e che una squadra deve partire da un’idea di gioco e da un collettivo, dove gli interpreti, al pari degli attori su una scena, devono essere adatti al tema scelto dall’allenatore. Il calcio insomma è una scienza che non s’improvvisa.
Ormai celebre la sua frase: “si deve andare oltre al singolo”.
Sacchi non si stanca mai di ripetere questo semplice concetto, che non entrerà mai nella testa dei commentatori, i quali si eccitano soltanto davanti alle sensazionali giocate dei singoli.
L’impostazione scientifica di Sacchi ne fa dunque il Galilei del calcio, padre di un metodo scientifico, oltre che instancabile e pazientissimo divulgatore.
Tornando a quanto disse Winston Churchill, con un comandante di stato maggiore come Sacchi, l’Italia avrebbe vinto qualche guerra in più. Forse.

#IlGrandeMatch e i vaticini della carpa

uccelliTarocchi, voli d’uccelli, interiora di animali, danze propiziatrici, fino ai movimenti del polpo Paul.

In mille modi, dalla notte dei tempi, l’uomo ha cercato di prevedere il futuro. In rai, in occasione degli Europei 2016, si sono inventati la carpa Pea, che ancor più perplessa del polpo Paul (che almeno i pronostici li azzeccava) nuota solinga e spaesata in una vasca addobbata con i pupi del presepe vestiti di azzurro.

Ieri la profetica carpa ha previsto la vittoria dell’Ucraina sulla Germania, gettando nel panico i bookmakers di tutto il mondo, che hanno dovuto in fretta e furia rivedere le quote. Se dovesse avverarsi il vaticinio della carpa Pea, in rai dovranno pubblicamente ammettere che quello che in trasmissione ci capisce di più di calcio è un pesce.

Dovranno dargli un posto d’onore in prima fila tra Sacchi e Zazzaroni e al suo cospetto si presenteranno code di adoratori (me compreso) supplicanti profezie sul futuro amore, lavoro e salute. La solida autorità di Paolo Fox nella tv pubblica inizia a vacillare.

Il Giornale in edicola in abbinamento con il Mein Kampf (La mia battaglia) di Hitler – Le reazioni

ilGiornaleMein Kampf (La mia battaglia) è il saggio pubblicato nel 1925 attraverso il quale Adolf Hitler espose il suo pensiero politico e delineò il programma del partito nazista sotto forma di un’autobiografia.

Così si esprime Hitler nella prefazione del suo saggio.

« I popoli che combattono per sublimi idee nazionali hanno forza di vita e ricchezza d’avvenire. Tengono nelle proprie mani i loro destini. Non di rado le loro forze, creatrici di comunità, sono valori di portata internazionale, aventi per la convivenza dei popoli effetti più benefici che gli «immortali principii» del liberalismo, i quali intorbidano e avvelenano i rapporti fra le nazioni.
Il fascismo e il nazional-socialismo, intimamente connessi nel loro fondamentale atteggiamento verso la concezione del mondo, hanno la missione di segnare nuove vie ad una feconda collaborazione internazionale. Comprenderli nel loro senso più profondo, nella loro essenza, significa rendere servigio alla pace del mondo e quindi al benessere dei popoli. »

Sappiamo come finì. Historia magistra vitae, dicevano i latini, sempre che si abbia la preparazione e la volontà di capirla la storia.

Le reazioni nel social.

Lia Celi  @LiaCeli
Ma che vergogna. Oggi insieme al #MeinKampf distribuiscono @ilgiornale  » tweet
Davide Gastaldo  @davidegastaldo
Ciao grandissimi del @ilgiornale , perché per combattere la violenza contro le donne non regalate un manuale su come si stupra? #MeinKampf  » tweet
Fulvio Abbate  @fulvioabbate
E la prossima settimana @ilgiornale offrirà ai lettori il dissuasore elettrico a bastone!!!
#MeinKampf https://t.co/IFchBaWuth  » tweet
Bravo Ragazzo  @DiarioDiDario
Chiariamo due cose:
1) Il #MeinKampf va letto perché è emblema storiografico del Novecento.
2) @ilgiornale resta comunque un giornaletto.  » tweet
Ilaria Rodi Clintoni  @DarioBallini
Comunque secondo me #Hitler si vergognerebbe di sta in accoppiata co’ @ilgiornale.
#MeinKampfschifo  » tweet
ilGiornale  @ilgiornale
Leggere il #MeinKampf? L’unico antidoto alle tossine https://t.co/YPbXQUYWdA  » tweet

Continue Reading


phpJobScheduler