Figure retoriche: “La perifrasi”

21 mag 2009

Dal greco, peri, intorno, e phrasis, frase.

La perifrasi consiste nell’utilizzare, anziché il termine proprio, una sequenza di parole per indicare una persona o una cosa.

Il significato di una parola o di una frase viene espresso dalla descrizione dei rapporti di quel concetto con altri elementi.

E’ un giro di parole per descrivere cose e persone non utilizzando il loro vero nome. Il marito parlando della moglie dirà usando una perifrasi: “La mia dolce metà”.

Altri esempi

“Il maestro di color che sanno” usata da Dante riferendosi ad Aristotele

“… di colui che nuovo Olimpo alzò in Roma ai celesti” usata da Foscolo riferendosi a Michelangelo.

“… di chi vide sotto l’etereo padiglion rotarsi più mondi e il sole irradiarli immoto” sempre Foscolo riferendosi a Galilei.


Altre figure retoriche

Lascia un commento

Altri articoli correlati a Figure retoriche: "La perifrasi"

Esaltare una qualità L'enfasi (dal greco èmphasis, da empháinō, «esibisco, mostro»). Figura retorica che consiste nell'accentuare una parola o una frase mediante una determinata costruzione..
Dire di più senza aggiungere nulla Il pleonasmo (dal greco πλεονασμóς: pleonasmós) è la figura retorica per cui si ha un'aggiunta di parole o elementi grammaticali esplicativi a un'espre..
Ti chiedo, ma non puoi rispondermi che in un modo L'interrogazione retorica o domanda retorica è quella figura nella quale la domanda non rappresenta una vera richiesta di informazione, ma contiene,..
Dal latino "Chiamare a voce alta" L'esclamazione consiste nel sottolineare un particolare stato emotivo attraverso l'intonazione data a una parola o a una frase, che viene così enfatizzata. L'esclam..