Frasi sulla stupidità di Cicerone, Plutarco e Quintiliano

14 set 2009

“Errare umanum est, perseverare diabolicum”

In questa frase di Cicerone, rappresentato nell’immagine a sinistra, diabolicum va tradotto non tanto con diabolico quanto con sciocco.

Se ripetere un errore è da sciocchi, alzi la mano chi ritiene di non esserlo.

Si dovrebbe imparare tanto dall’esperienza degli altri quanto dalla propria. Di norma non si fa nè l’una, nè l’alta cosa.

Chiunque può sbagliare; ma nessuno, se non è uno sciocco, persevera nell’errore. Cicerone

L’avarizia in età avanzata è insensata: cosa c’è di più assurdo che accumulare provviste per il viaggio quando siamo prossimi alla meta? Cicerone

Quelli che appaiono saggi in mezzo agli stupidi, in mezzo ai saggi appaiono stupidi. Marco Fabio Quintiliano

L’amore rende perspicace anche chi è sciocco, valoroso chi è codardo. Plutarco


Cerca altre frasi di altri autori, su altri argomenti.


Lascia un commento

Altri articoli correlati a Frasi sulla stupidità di Cicerone, Plutarco e Quintiliano

Sarebbe improprio e comunque certamente esagerato scomodare Plutarco e le sue "Vite parallele", ma non si può negare che tra l'uomo di Arcore e il folletto di Barcellona Pozzo di Gotto vi siano molt..
Cicerone occupò per molti anni un ruolo di primaria importanza nel mondo della politica: dopo aver salvato la repubblica romana dal tentativo eversivo di Lucio Sergio Catilina ed aver così ottenuto ..
Jean Jacques Rousseau sostiene che "Una cattiva azione non ci tormenta appena compiuta, ma a distanza di molto tempo, quando la si ricorda, perché il ricordo non si spegne". Il ricordo non solo ..
Quando le candele sono spente, tutte le donne sono belle. Plutarco Se la natura non avesse voluto donne e schiavi, avrebbe dato alle spole la qualità di filare da sole. Platone Conosco il carat..