Frasi sulla stupidità di Cicerone, Plutarco e Quintiliano

“Errare umanum est, perseverare diabolicum”

In questa frase di Cicerone, rappresentato nell’immagine a sinistra, diabolicum va tradotto non tanto con diabolico quanto con sciocco.

Se ripetere un errore è da sciocchi, alzi la mano chi ritiene di non esserlo.

Si dovrebbe imparare tanto dall’esperienza degli altri quanto dalla propria. Di norma non si fa nè l’una, nè l’alta cosa.

Chiunque può sbagliare; ma nessuno, se non è uno sciocco, persevera nell’errore. Cicerone

L’avarizia in età avanzata è insensata: cosa c’è di più assurdo che accumulare provviste per il viaggio quando siamo prossimi alla meta? Cicerone

Quelli che appaiono saggi in mezzo agli stupidi, in mezzo ai saggi appaiono stupidi. Marco Fabio Quintiliano

L’amore rende perspicace anche chi è sciocco, valoroso chi è codardo. Plutarco

Leave a Reply

*