Il più grande italiano di sempre: Dante, Galileo o chi altro?

francesco facchinettiEsiste il più grande?

Il format del programma Il più grande italiano di sempre, la cui prima puntata, condotta da Francesco Facchinetti e Martina Stella, è andata in onda su RAI 2 il 20 gennaio, è un format d’importazione. La variante apportata in Italia è l’esclusione dei politici ancora in vita tra i possibili concorrenti al titolo. L’idea che sta alla base del programma è buona perché serve a testare martina stellaquanto siano popolari personaggi del passato recente e remoto che hanno influito in modo determinante sulla storia della letteratura, delle arti, della scienza e del sociale in senso lato. L’inclusione di personaggi tuttora viventi o scomparsi di recente, se da una parte crea più coinvolgimento d’altra parte introduce elementi di giudizio impropri perché legati ad emozioni troppo personali. I personaggi tra i quali scegliere sono 50; questi vengono proposti a terne (ma 50 non è divisibile per 3 e quindi dovrà essereci qualche variante della procedura che conosceremo più avanti) e con un meccanismo di voto e televoto ne viene salvato uno che accederà alla finale.
Le prime terne proposte sono state (in grassetto il prescelto della terna):

  1. Lucio Battisti – Giuseppe Garibaldi – Giacomo Puccini
  2. Giovanni XXIII – Padre Pio – San Francesco d’Assisi
  3. Eduardo De Filippo – Luigi Pirandello – Massimo Troisi
  4. Caravaggio – Vittorio De Sica – Alberto Sordi

Tutti personaggi nel loro campo eccezionali, ma obiettivamente non confrontabili. Si potrebbe dire “una splendida armonia di bellezze diverse”. Ospite della serata è stato Rosario Fiorello, il quale peraltro, incluso tra i 50 personaggi tra i quali scegliere il più grande, dovrà vedersela con Giosuè Carducci e Galileo Galilei.

Leave a Reply

*