Archimede di Siracusa. Storie sulla vita del genio siciliano

Archimede di Siracusa (in greco Ἀρχιμήδης; Siracusa, circa 287 a.C. – Siracusa, 212 a.C.) è stato un matematico, astronomo, fisico e inventore siciliano.

Archimede è considerato come uno dei massimi scienziati della storia.

La vita di Archimede è indissolubilmente legata a due aneddoti leggendari. Vitruvio racconta che avrebbe iniziato ad occuparsi di idrostatica perché il sovrano Gerone II gli aveva chiesto di determinare se una corona fosse stata realizzata con oro puro oppure utilizzando una lega di metalli. Archimede avrebbe scoperto come risolvere il problema mentre faceva un bagno, notando che la sua immersione provocava un innalzamento del livello dell’acqua.Questa osservazione lo illuminò sulla legge che determina l’equilibrio statico dei corpi galleggianti e l’avrebbe reso così felice che sarebbe uscito nudo dall’acqua esclamando “εὕρηκα” (héureka!, ho trovato!).

Un altro aneddoto su Archimede che ha avuto altrettanta fortuna è connesso al suo interesse per la costruzione di macchine capaci di spostare grandi pesi con piccole forze. Secondo una storia tramandata da Pappo di Alessandria e Simplicio, lo scienziato, entusiasmatosi per le possibilità offerte dalla nuova meccanica, avrebbe esclamato «datemi un punto d’appoggio e vi solleverò il mondo».

Infine l’episodio della sua morte, avvenuta durante la conquista di Siracusa da parte dei Romani. Plutarco la racconta così nella sua “Vita di Marcello”

« Ad un tratto entrò nella stanza un soldato e gli ordinò di andare con lui da Marcello. Archimede rispose che sarebbe andato dopo aver risolto il problema e messa in ordine la dimostrazione. Il soldato si adirò, sguainò la spada e lo uccise. »

La totale dedizione ad una questione scientifica e forse il suo atteggiamento tutto siciliano si rivelò fatale per Archimede, a confronto con un soldato romano per niente dotato della stessa flemma.

Post correlati a Archimede di Siracusa. Storie sulla vita del genio siciliano

I siciliani e la superstizione

Non ci credo, ma mi cautelo Una signora della borghesia medio-alta di Palermo, superstiziosa fino al midollo, includeva tra gli agenti porta sfortuna..

Il ricordo in frasi famose di Wilde e Kierkegaard

"Nessun maggior dolore che ricordare del tempo felice nella miseria" risponde Francesca a Dante che le chiede di raccontare la sua storia o come scriv..

Cos'è l'onestà? Definizione di onestà in frasi di autori famosi

L'onestà è una parola di gran moda. Dal latino honestas, onestà indica la qualità umana di agire e comunicare in maniera sincera, leale e traspare..

Spinoza, Paura e superstizione

E' evidente che l'emozione predominante nella classe media occidentale contemporanea sia la paura. Una paura generalizzata del futuro prossimo che di ..

La Cultura e i suoi paladini

Tra le categorie di attivisti "social" più prolifici c'è sicuramente quella dei sostenitori e difensori della "cultura". Non passa giorno che qualch..

Lascia un Commento


phpJobScheduler