Cos’è la curiosità?

Curiosità, dal latino Curiòsus da Cura vuol dire “pendersi cura”, “interessarsi”. E’ una tensione naturale che prende il nome da una sollecitudine, dal desiderio di conoscere ciò che ci sta intorno.

La curiosità è una caratteristica fondamentale dell’anima. Tendiamo a giudicare inanimati tutti gli esseri che non presentano tale tensione, che esistono semplicemente, come una pianta, una spugna o un’ostrica, che accolgono passivamente dall’ambiente ciò che è loro necessario per vivere, fino all’arrivo di parassiti o predatori, che ne determinano la morte.

La curiosità è il primo segno della vitalità di una persona. Come espressione del desiderio di sapere, la curiosità è la tensione grazie alla quale possiamo acquisire informazioni da correlare tra di esse per formare delle interpretazioni dei fatti.

La curiosità in molti dei casi si manifesta in comportamenti impiccioni da parte di chi vuole farsi i fatti degli altri, ma nelle persone di spirito la curiosità diventa pensiero speculativo e determina il formarsi di interrogativi che riguardano la natura o l’universo, o il principio delle cose. Possiamo dire che tutta la scienza è il prodotto della curiosità umana.

Il cervello umano è un pezzo di materia organizzato in modo meraviglioso. La sua capacità di immagazzinare informazioni e metterle in relazione va molto al di là nelle necessità ordinarie della vita. Nel corso della sua esistenza un essere umano è in grado di apprendere fino a 15 trilioni di informazioni elementari.

Questa enorme capacità della mente ci espone ad una malattia assai penosa come la noia, quando la nostra mente è limitata nelle sue possibilità di conoscere.

Diceva Pascal “Tutta l’infelicità degli uomini proviene da una cosa sola: dal non saper restare tranquilli in una camera.” Forse anche la felicità deriva dal non sapersene stare buoni in una stanza, perché ci spinge verso una nuova realtà.

In merito alla vera natura della curiosità e dell’intelligenza, per niente selettiva nei confronti dei diversi rami della conoscenza lo stesso Pascal disse che Chi voglia emanciparsi intellettualmente non sia solo scienziato o filosofo o scrittore perché la vera intelligenza consiste nell’accogliere non questo piuttosto che quello, ma questo e quello simultaneamente.

Uno dei mali che affliggono l’uomo contemporaneo della civiltà postindustriale, che ha risolto il problema della sopravvivenza è il mal di vivere manifestato dalla noia, dall’ansia e della depressione. I nostri antenati si divertivano guardando il cielo stellato e cercando di trovare risposte a domande che non hanno alcuna utilità pratica, sulla nascita dell’universo o sulle leggi della geometria. Il pensiero speculativo non è un affare necessariamente serio, anzi. Il già citato Pascal diceva che fare veramente filosofia vuol dire ridersela della filosofia.

Così  i mali dell’anima del nostro tempo sono la causa di uno spirito indebolito, impigrito, reso fragile dalla passività e dalla poca capacità di fare dell’ozio un momento di puro divertimento. Nei momenti bui delle nostre giornate cerchiamo dunque di esercitare una sana curiosità nei confronti di ciò che ci circonda. Una curiosità ne tirerà dietro un’altra restituendoci molti piaceri della vita.

Post correlati a Cos'è la curiosità?

Niccolò Copernico, il rivoluzionario riservato

Il polacco Niccolò Copernico, genio discreto e amante della vita tranquilla, si guardò bene dal pubblicare la sua teoria eliocentrica, che stravolse..

Socrate, Platone, Aristotele e la scuola di Atene

In questo interessante video, Maurizio Ferraris racconta la vita e il pensiero di Socrate, Platone, Aristotele, i principali esponenti della scuola fi..

La meraviglia come principio della conoscenza per Aristotele

Aristotele scrisse così, nella sua Metafisica. “Ogni uomo per natura desidera di conoscere. Gli uomini, da sempre, hanno preso dalla meraviglia lo ..

Domande dalle risposte incerte: Cosa c'è nell'aldilà ?

John Martin Fischer  ci darà la risposta alla domanda: Cosa c'è nell'aldilà? Gli basteranno cinque milioni di dollari per rispondere alla doman..

La crisi Italiana

Diceva Hegel che ciò che è reale è razionale. Vale a dire che ogni evento storico è la logica conseguenza di cause precise. A pensarci bene Hegel ..

Lascia un Commento


phpJobScheduler