Frasi da ascensore

Piccolo manuale di sopravvivenza

ascensorePer chi abita ai piani alti il convenevole da ascensore può diventare una tortura.
S’è costretti a fare lunghi viaggi lungo la salita o la discesa dei piani di un edificio, con compagni ai quali perlopiù non si sa cosa dire, dovendo quindi esibire un campionario di frasi fatte e sorrisi finti. Obbiettivo di questa raccolta è di ampliare la gamma dei discorsi inutili e persi che si possono fare in quei lunghissimi secondi d’attesa prima della liberazione.
Il re degli argomenti è la temperatura atmosferica, ma anche generiche rimostranze sulla corrente situazione economico-politico-sociale.

L’anatomia di una conversazione da ascensore è composta da tre parti.
L’incipit o incontro, l’argomento centrale ovvero il corpo sul quale ci concentreremo, e il saluto finale.

L’incipit è caratterizzato da superflui “sale?” o “scende?” quando è più che evidente la direzione che prenderà l’ascensore. Oppure da un “posso rubarle un passaggio?” seguito da affettatissimi ” – Ma certo le pare! – Si accomodi – Grazie mille! gentilissimo!”. Il saluto finale è invece la parte più sincera dell’incontro, perché il sorriso di commiato viene dal cuore.

Vediamo di dare qualche idea su come uscire indenni ai lunghi secondi di imbarazzo durante le ascese e discese. Dateci pure dei suggerimenti per integrare la lista, che parte con l’ambizione di diventare una vera e propria antologia di frasi da ascensore.

——————–

L'argomento tempo è sempre spendibilissimo. In inverno fa freddo, in estate fa caldo e non esistono più le messe stagioni. In tempo di mezza stagione, buttarsi sul "non si sa come vestirsi". - Mamma che caldo, non si resiste, non vedo l'ora di buttarmi sotto una doccia gelata! - Pensi che io vado a lavorare volentieri, nonostante quel ..soggetto del mio capo, perché in ufficio abbiamo l'aria condizionata sparata a palla. - Eh ma si deve stare attenti alla cervicale. - Ho sentito le previsioni, dovrebbe arrivare un'ondata di aria fresca dal baltico. <<Finalmente!>> Ma poi tornerà il caldo la prossima settimana. <<Noo, la prego non me lo dica, mi faccia vivere nell'illusione.>> - L'anno scorso di stava molto meglio. Certo, ha piovuto tutta l'estate. Ma tanto dovevo lavorare. - Eh già, ma sarebbe meglio che ci fosse il sole, ma con una temperatura accettabile. - Il problema è che non si muove l'aria, non c'è ventilazione. - Si ma io basta mi sono deciso di comprare un ventilatore. Ci piazzo una bottiglia gelata davanti, e meglio dell'aria condizionata. Provi! - Il problema non è tanto la temperatura, ma è l'umidità che ammazza. - No guardi, tra dentro e fuori ci sono sbalzi di 20 gradi. Oggi ho rischiato di svenire 2 volte. - Mi raccomando beva molta acqua. - Ma io sudo poco. - Non importa beva, lo dicono tutti i luminari della medicina in televisione, si deve bere e si deve assumere molta frutta e integratori minerali. Tipo quelle cose che si comprano in farmacia e costano un botto, ma in realtà sono acqua e zucchero. - L'anno prossimo voglio andare in vacanza al polo nord con gli orsi polari. - No a me basterebbe in finlandia. - Si però, vogliamo mettere un bel bagno a mare rinfrescante. eh già, meglio starsene qui.

Cerca tra altre frasi

Lascia un Commento


phpJobScheduler