Frasi sull’amore di Pablo Neruda

Pablo_NerudaFrasi sull’amore di Pablo Neruda

Figlio di un impiegato delle ferrovie e di una insegnante rimase orfano a soli due mesi dalla nascita. Si trasferì con il padre a Temuco dove, dalle nuove nozze del genitore, nove anni dopo nacque il fratellastro Rodolfo. Il giovane Neruda, soprannominato Neftalì dal secondo nome della madre, dimostrò un interesse per la scrittura e la letteratura. Fu avversato dal padre ma incoraggiato dalla futura vincitrice del Premio Nobel Gabriela Mistral  che fu sua insegnante durante il periodo di formazione scolastica. Il suo primo lavoro ufficiale come scrittore fu l’articolo “Entusiasmo y perseverancia”, pubblicato ad appena 13 anni sul giornale locale “La Mañana”. Nel 1920 iniziò ad utilizzare per le sue pubblicazioni lo pseudonimo di Pablo Neruda, con cui è tutt’oggi pressoché esclusivamente conosciuto.

Per altre notizie su Pablo Neruda http://it.wikipedia.org/wiki/Pablo_Neruda

Frasi d’amore tratte dalle sue opere

Amare è così breve, e dimenticare così lungo.

Perchè tu mi oda le mie parole a volte si assottigliano come le orme dei gabbiani sulle spiagge.

Ridere è il linguaggio dell’anima.

Solo chi ama senza speranza conosce il vero amore.

Toglimi il pane, se vuoi, toglimi l’aria, ma non togliermi il tuo sorriso. Non togliermi la rosa, la lancia che sgrani, l’acqua che d’improvviso scoppia nella tua gioia, la repentina onda d’argento che ti nasce. Dura è la mia lotta e torno con gli occhi stanchi, a volte, d’aver visto la terra che non cambia, ma entrando il tuo sorriso sale al cielo cercandomi ed apre per me tutte le porte della vita … (da Il tuo sorriso)

L’età ci copre come una pioggerella, interminabile e arido è il tempo, una penna di sale tocca il tuo volto, una gocciolatura rose il mio vestito: il tempo non distingue tra le mie mani o un volo d’arance tra le tue: punge con neve e con zappa la vita: la vita tua ch’è la vita mia. La vita mia che ti diedi s’empie d’anni, come il volume d’un grappolo… (da L’età ci copre come una pioggerella)

Poveri poeti che la vita e la morte perseguitaron con la stessa cupa tenacia, poi son coperti d’impassibil pompa, abbandonati al rito e al dente funerario…(da Poveri poeti)

…Maledetto : solo l’umano ti perseguiti e dentro l’assoluto fuoco delle cose tu non possa consumarti, tu non possa perderti… (da Il generale Franco all’inferno)

Eppure simile al ricordo della terra, simile al petroso splendore del metallo e del silenzio , popolo, patria e avena, è la tua vittoria. Avanza la tua bandiera sforacchiata, come il tuo petto, sulle cicatrici del tempo e della terra (da La vittoria delle armi del popolo)

… città , città di fuoco resisti finchè un giorno verremo, indios naufraghi, a toccare le tue mura col bacio dei figli che speravano di arrivare. Stalingrado ancora non c’è il secondo Fronte ma tu non cadrai. Anche se dovessi morire non morirai! Poichè gli uomini non hanno più morte e devono continuare a lottare dal punto in cui cadono finchè la vittoria non sia nelle tue mani anche se saranno stanche e onorate, perchè altre mani rosse, se cadranno le vostre, semineranno per il mondo le ossa dei tuoi eroi in modo che il tuo seme copra tutta la terra (da Canto a Stalingrado)

Il mondo è mutato, la mia poesia è mutata. Una goccia di sangue caduta tra questi versi rimarrà viva su di essi, indelebile come l’amore ( dalla prefazione a Le furie e le pene )

Maledetti quelli che un giorno non guardarono; maledetti  quelli che alla solenne patria non offrirono il pane ma le lacrime; maledette uniformi macchiate e sottane di odiosi, sudici cani da covo e sepoltura …   o dura Spagna i tuoi feroci padroni ti costringevano a non seminare, a non far produrre le miniere, a concentrarti sulle tombe. Non costruite scuole, non riempite i granai: pregate bestie pregate perchè un dio dal culo immenso come quello del re vi aspetta: Lassù avrete la vostra minestra. (da La Spagna povera per colpa dei ricchi)

… cuori spezzati, abbiate fede nei vostri morti! Essi non soltanto sono radici sotto le pietre macchiate di sangue, ma le loro bocche mordono ancora esplosivo e vanno all’attacco come oceani di ferro e ancora i loro pugni levati smentiscono la morte. (da Canto alle madri dei miliziani caduti)

Capitano, combattente , là dove una bocca grida libertà, dove un orecchio ascolta,  dove un alloro di liberi sboccia, Bolivar, capitano, si riconosce il tuo viso. (da Un canto per Bolivar ,Simon Bolivar (1783-1830) patriota venezuelano)

Salve guerriglieri di tutte le regioni, toccate, toccate il sangue sotto la terra amata: attaccate gli stessi sinistri nemici, innalzate un’unica bandiera illuminata… (da Canto per la morte e la resurrezione di Luis Companys,(1883-1940) leader della sinistra catalana)

Patria tu nascesti dai taglialegna, dai figli imbattezzati, dai falegnami, da quanti diedero una goccia di sangue alato, e oggi rinascerai aspramente da dove il traditore e il carceriere ti credono per sempre sprofondata. Come allora nascerai dal popolo (da  America insorta )

Di nuovo la persecuzione oggi dilaga in Brasile lo insegue una fredda ingordigia dei mercanti di schiavi: da Wall Street hanno ordinato ai satelliti porcini di conficcare i canini nelle ferite del popolo, ed è cominciata la caccia in tutte le nostre Americhe distrutte da mercanti e carnefici (da Ancora i tiranni)

Portarono qui i fucili carichi e ordinarono la strage spietata: trovarono qui un popolo che cantava, un popolo raccolto per dovere e per amore, e l’esile fanciulla cadde con la sua bandiera, e lo stupore del popolo vide cadere i morti con furia e con dolore. (da I nemici)

La nostra lotta sarà in ogni luogo e nel nostro cuore queste bandiere che furono presenti alla vostra morte che si bagnarono del vostro angue si moltiplicheranno come le foglie dell’infinita primavera (da Sono qui)

…il giorno che in tutto il mondo noi aspettiamo in tanti: il giorno finale dei patimenti, un giorno di giustizia conquistata nella lotta… (da Sempre)

Pablo Neruda

Per frasi e aforismi di Pablo Neruda su Temi vari Clicca qui

Per frasi sull’amore di altri autori celebri Clicca qui


Cerca tra migliaia di frasi

Post correlati a Frasi sull'amore di Pablo Neruda

Il ricordo in frasi famose di Wilde e Kierkegaard

"Nessun maggior dolore che ricordare del tempo felice nella miseria" risponde Francesca a Dante che le chiede di raccontare la sua storia o come scriv..

Niccolò Copernico, il rivoluzionario riservato

Il polacco Niccolò Copernico, genio discreto e amante della vita tranquilla, si guardò bene dal pubblicare la sua teoria eliocentrica, che stravolse..

Frasi d'amore e sull'amore

“L’amor che move il sole e l’altre stelle” Questo è il verso che chiude la Divina Commedia. Dante, dopo la fugace visione di Dio, sente c..

Brunetta vs Renzi, scontro epico tra stacanovisti

Stacanovista è chi dimostra un esagerato attaccamento al lavoro, o chi lavora con un'intensità esasperata. Matteo Renzi e Renato Brunetta, due esemp..

Valentina Nappi, la pornostar che la pensa come Hegel

Secondo Hegel solo la funzione mediatrice della ragione è capace di cogliere il vero mentre gli strumenti "immediati" come l'intuizione, il sentiment..

Lascia un Commento


phpJobScheduler