Frasi

antichità

Frasi sul ricordo in proverbi e autori classici

Jean Jacques Rousseau sostiene che “Una cattiva azione non ci tormenta appena compiuta, ma a distanza di molto tempo, quando la si ricorda, perché il ricordo non si spegne”.

Il ricordo non solo non si spegne, ma fa rivivere l’esperienza del passato con gli occhi e con la sensibilità del presente. Quando affermiamo che se si ripresentasse un certo momento della nostra vita passata ci comporteremmo in modo assolutamente diverso esprimiamo l’evoluzione del nostro modo di rapportarci con la realtà. E, a ben pensarci, queste ipotetiche scelte e quindi il ricordo di esse si evolvono con noi.
Il ricordo è anche altro: è nostalgia, è rabbia, è disperazione.

Questi aforismi sul ricordo di alcuni poeti e filosofi dell’antichità anche raffrontati con quello di Rousseau vissuto 2000 anni dopo di loro, mostrano ancora una volta come il rapporto tra l’uomo ed i suoi sentimenti siano variati molto, ma molto poco.

  • Se litighi con un ubriaco, ricordati che offendi un assente. Proverbio Cinese
  • Non c’è dolore più grande della perdita della terra natia. Euripide
  • Si apprende più facilmente e ci si ricorda più volentieri di ciò che stimola il senso del ridicolo che di ciò che merita stima e rispetto. Orazio Flacco
  • Il bugiardo deve avere buona memoria. Marco Fabio Quintiliano
  • La memoria è tesoro e custode di tutte le cose. Cicerone
read more

Frasi sui nemici di scrittori e filosofi dell'antichità

Non hai nemici? Createli!

Gli italiani abbiamo la necessità di avere nemici. Lo tocchiamo con mano osservando il dibattito politico, dove da un giorno all’altro un nemico può diventare amico e il giorno dopo tornare di nuovo nemico.

Come si può definire un nemico?

Nemico è colui che fa del male ad un’altro deliberatamente senza trarne vantaggio per se.

Nemico è colui che prova piacere delle disgrazie degli altri anche se a lui non torna niente.

  • L’uomo saggio impara molte cose dai suoi nemici. Aristofane
  • Neppure Apollo sta sempre con l’arco teso. Orazio Flacco
  • L’uomo è il peggior nemico di sé stesso. Cicerone
  • Chiunque può arrabbiarsi, questo è facile; ma arrabbiarsi con la persona giusta, e nel grado giusto, ed al momento giusto, e per lo scopo giusto, e nel modo giusto: questo non è nelle possibilità di chiunque e non è facile. Aristotele
read more

Frasi d'Amore

Amore è prendersi per mano e andare a spasso

L’amore si comunica con uno sguardo, con un gesto, con un fiore, ma soprattutto … con le parole.

La frase d’amore con la quale Cirano si rivolge a Rossana “No, no, mio caro amore, io non vi ho mai amato” è tra le più suggestive della letteratura mondiale:.

Le frasi d’amore e soprattutto le frasi sull’amore che troviamo nella letteratura di ogni tempo e di ogni paese mostrano quanto sia forte la spinta a scrivere su un sentimento che comunemente è riferito all’attrazione tra un uomo e una donna, ma che in effetti riguarda la totalità dei sentimenti che animano la vita umana.

Le frasi d’amore degli autori dell’antichità non le troviamo molto dissimili da quelle scritte ai nostri giorni, perché gli uomini sotto questo profilo sono cambiati davvero poco.

Le frasi d’amore prima venivano scritte sui papiri oggi si spediscono via email. E’ cambiato il mezzo, è rimasto pressocché costante il contenuto.

Le frasi d’amore efficaci sono state considerate sempre uno strumento di seduzione. Una volta chi non sapeva scrivere e si rivolgeva ad uno scrivano per comunicare i propri sentimenti alla persona amata soleva chiedere una consulenza anche sulle parole migliori da usare.

In questo sito troverete moltissime frasi su questo come su altri temi quali la passione, l’amicizia, la gelosia, eccetera.

Alcuni articoli, tra i quali ne segnaliamo qualcuno, che raccolgono le frasi d’amore di un solo autore, permettono di cogliere in modo completo le sfumatur della personalità

Le frasi d’amore e sull’amore di Saffo sono intense, trasmettono la sensazione che due persone diverse diventano una sola con nello sfondo gli dei che decidono i destini dell’essere umano.

Le frasi d’amore e sull’amore di Platone sono più cerebrali e ruotano attorno alla concezione filosofica dell’autore.

Le frasi d’amore e sull’amore di Oscar Wilde, forse il più grande aforista di tutti i tempi, variano tra il serio e l’irridente riflettendo la ricca e complessa personalità dell’autore.

Le frasi d’amore e sull’amore di Woody Allen riflettono la modernità dll’autore e quindi ruotano attorno al binomio sesso-amore.

read more

La solitudine che cerchiamo, ma che ci pesa

Tante volte la cerchiamo, altre volte ci opprime. Scrittori e filosofi, dall’antichità ad oggi, la descrivono così.

_______________

La solitudine è per lo spirito, ciò che il cibo è per il corpo. 
Seneca

Molti ti saranno amici finchè sarai felice, ma quando verrà il brutto tempo, resterai solo. 
Ovidio

L’amicizia è una presenza che non ti evita di sentirti solo, ma rende il viaggio più leggero. 
David Trueba

Il pauroso non sa che cosa significa esser solo: dietro la sua poltrona c’è sempre un nemico. 
Friedrich Nietzsche

E se tu sarai solo, tu sarai tutto tuo. Leonardo da Vinci

Se temi la solitudine non cercare di essere giusto. 
Jules Renard

Chi si vanta di aver conquistato una moltitudine di amici, non ne hai mai avuto uno.
Samuel Taylor Coleridge

Si è soli con tutto ciò che si ama. 
Novalis

L’amore è un castigo: siamo puniti per non aver saputo restare soli. 
Marguerite Yourcenar

Solo chi si isola da sé stesso e dal prossimo è veramente solo. 
Nicola Abbagnano
Lo scrittore è essenzialmente un uomo che non si rassegna alla solitudine. 
François Mauriac

Se avete paura della solitudine, non sposatevi. 
Anton Cechov

La solitudine è il destino di tutte le grandi menti: un destino a volte deplorato, ma sempre scelto come il minore di due mali. 
Arthur Schopenhauer

Tutta l’infelicità dell’uomo deriva dalla sua incapacità di starsene nella sua stanza da solo. 
Blaise Pascal

In solitudine un uomo può acquisire qualsiasi cosa, ma non un carattere. Stendhal

La peggior solitudine è essere privi di un’amicizia sincera. 
Francis Bacon

E’ già una felicità poter amare anche quando ad amare si è soli. 
Théophile Gautier

Per chi è solo, il rumore è già una consolazione.
Friedrich Nietzsche

Chi vola alto è sempre solo. Nurejev

Il refrigerio della solitudine. C. Pavese

La morte non è nel non poter comunicare, ma nel non poter più essere compresi. 
Pier Paolo Pasolini

read more

Il "bene" secondo Socrate e altri poeti e filosofi dell'antichità

Alla perenne ricerca del bene

Il bene e il male sono valori assoluti? L’essere umano cerca e vuole il bene? E’ una domanda antica e irrisolta. Socrate ed altri filosofi e poeti dell’antica Grecia e Roma si esprimevano così.

  • Nulla può far danno a un uomo buono, né in vita né dopo la morte. Socrate
  • C’è un solo bene: il sapere. E un solo male: l’ignoranza. Socrate
  • Nessuno, vedendo il male, lo preferisce, ma ne rimane ingannato, parendogli un bene rispetto al male peggiore. Epicuro
  • E’ bene, nella vita come ad un banchetto, non alzarsi né assetati né ubriachi. Aristotele
  • E’ tutt’altro che facile determinare se la natura si è dimostrata per l’uomo una tenera madre o una spietata matrigna. Plinio il Vecchio
  • Chi vi vuole bene, vi fa paura. Aristofane
  • Amare significa volere per una persona le cose che si ritengono buone, a motivo di lei e non per sé stessi, ed essere pronti a compiere queste cose, secondo le proprie possibilità. Aristotele
  • A ragione definirono il bene: ciò a cui ogni cosa tende. Aristotele
  • In realtà non c’è nessun male che non abbia qualcosa di buono. Plinio il Vecchio
  • Nessuno deve pensare che, nel corso della vita, tutto debba sempre andargli bene, perché la sorte è volubile e dopo un lungo periodo di sereno è inevitabile che venga il brutto tempo. Esopo
  • Vedo ciò che è meglio e lo lodo, ma faccio ciò che è peggio. Ovidio
read more

Frasi d'amore e sull'amore di Blaise Pascal

Frasi d’amore e sull’amore di Blaise Pascal

Pascal appartiene a quella categoria rara ed invidiabile dalle cosiddette menti universali, coloro cioé che spaziano nei vari campi dello scibile umano lasciando ovunque segni indelebili. Pascal fu filosofo, fu scienziato, fu letterato. Ebbe la capacità di sapere cogliere l’universale nel particolare e per questo forse precorse il futuro progettando già nel ‘600 un prototipo di calcolatore elettronico, la cosiddetta Pascalina.

Chateaubriand scrisse di lui:

Ci fu un uomo che a 12 anni, con aste e cerchi, creò la matematica; che a 16 compose il più dotto trattato sulle coniche dall’antichità in poi; che a 19 condensò in una macchina una scienza che è dell’intelletto; che a 23 dimostrò i fenomeni del peso dell’aria ed eliminò uno dei grandi errori della fisica antica; che nell’età in cui gli altri cominciano appena a vivere, avendo già percorso tutto l’itinerario delle scienze umane, si accorge della loro vanità e volge la mente alla religione; […] che, infine, […] risolse quasi distrattamente uno dei maggiori problemi della geometria e scrisse dei pensieri che hanno sia del divino che dell’umano. Il nome di questo genio è Blaise Pascal.

Come filosofo scrisse molto e nei suoi scritti si trovano molti passaggi che riguardano il significato di quel miscuglio di sensazioni che è sintetizzato nella parola amore. Anche l’ultima riportata nell’elenco seguente. Potrebbe apparire fuori tema, ma invece è forse quella che esprime più di altre il rispetto e l’amore per l’essere umano.

  • L’amore sta sempre nascendo.
  • Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce.
  • Nell’amore un silenzio vale più di un discorso.
    Il piacere di amare senza osar dirlo ha le sue pene, ma anche le sue dolcezze.
  • Felice vita quella che si inizia con l’amore e termina con l’ambizione. Fin che c’è in noi qualche ardore, possiamo essere amati. Poi questo fuoco si spegne: allora come è bello e grande il posto per l’ambizione.
  • Il primo effetto dell’amore è di ispirare un gran rispetto: si ha una sorte di venerazione per ciò che si ama. È giustissimo: non si vede nulla nel mondo di così grande come ciò che si ama.
  • L’inclinazione ad amare se stessi è l’inizio di ogni disordine in guerra, in politica, in economia, nel corpo.
  • La felicità è una merce favolosa: più se ne dà e più se ne ha.
  • L’uomo non è che una canna, la più debole della natura; ma è una canna che pensa. […] Tutta la nostra dignità consiste dunque nel pensiero.

Per frasi e aforismi dello stesso autore su temi vari Clicca qui

read more

Frasi sull'amore di Aristotele

Frasi sull’amore di Aristotele

Aristotele, il più grande dei pensatori dell’antichità si misurò con tutte le branche della conoscenza umana del tempo nel tentativo di dare una spiegazione ad ogni cosa. L’amore del sapere animò tanto la sua vita che potrebbe dirsi che la sua vita stessa fu amore. Tutto cercò di spiegare, tutto provò a definire. Si farebbe risalire a lui la la definizione secondo la quale l’amore sarebbe La palingenetica obliterazione dell’io senziente, cosciente e subcosciente che s’impresenta e s’infutura nel prototipo, nell’antrotipo, nell’ideale dell’antropomorfismo cosmologico.

Egli diede dell’amore anche definizioni ben più accessibili. Ricordiamo le quattro che seguono.

L’amore è composto da un’unica anima che abita in due corpi.

Amare è gioire, mentre crediamo di gioire solo se siamo amati.

In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso.

L’amore è cercare ciò di cui siamo privi…

Per frasi sull’amore di altri autori celebri Clicca qui

read more
Pagina » 1


Cerca tra altri post


phpJobScheduler