Frasi

Charles Baudelaire

Frasi di Charles Baudelaire

Raccolta di frasi di Charles Baudelaire

Poeta, scrittore, critico letterario, critico d’arte, giornalista, aforista, saggista e traduttore francese, Baudelaire è considerato uno dei più celebri e importanti poeti del XIX secolo e grande innovatore del genere lirico, nonché anticipatore del Decadentismo.

I fiori del male, la sua opera maggiore, è considerata uno dei classici della letteratura francese e mondiale.

Il personaggio “Charles Baudelaire” ha alimentato il mito del bohemien, lo studente povero o presunto tale, ribelle ed amante dei piaceri notturni, dell’assenzio e delle novità in fatto di costumi e di arte.

Da sempre l’autore dei Fiori del male è stato assunto a vessillo antiborghese della contrapposizione produttiva, di quel mito romantico che vede nel giovane che si allontana dalla famiglia e che si dedica a droghe, all’alcol e all’arte non un problema della “societas” ma un portatore del nuovo ed un artista all’avanguardia.

Uno dei temi che fa da fulcro alla poesia di Baudelaire è quello dell’amore, che significa anche gusto per la vita, fascino per la bellezza, sogno di un altrove dove l’esistenza possa trascorrere serena e carica di promesse.

Baudelaire con i suoi scritti e la sua vita rappresenta  l’artista e il poeta maledetto, figura che segna ancora la visione dell’intellettuale e del poeta ai giorni nostri. In questo post alcune  frasi di Charles Baudelaire.

read more

Il destino in frasi di poeti e filosofi francesi

Il destino non esiste, ci sono solo scelte da fare. Vero fino a un certo punto

Sostenere che ogni caso che ci avviene dipende dal destino è troppo. E’ un modo per scaricarsi delle proprie responsabilità, ma affermare il contrario in assoluto è anche questa una tesi insostenibile.

Lo si chiaami destino, lo si chiami caso dobbiamo convenire che la nostra vita può essere condizionata da un incontro, dall’essere arrivati in antcipo o in ritardo ad un appuntamento, da una miriade di circistanze le più diparate alla cui determinazione non abbiamo per nulla contribuito. C’è, potrà obiettare qualcuno, il modo come abbiamo affrontato questi eventi casuali.

Il male viene fatto senza sforzo, naturalmente, è l’opera del fato; il bene è sempre il prodotto di un’arte. Charles Baudelaire

Se il naso di Cleopatra fosse stato più corto, sarebbe cambiata l’intera faccia della terra. Blaise Pascal

Nel destino di ogni uomo può esserci una fine del mondo fatta solo per lui. Si chiama disperazione. Victor Hugo

Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle. Voltaire

Il tempo può avere un parto difficile, ma non abortisce mai. Felicité-Robert de Lamennais

read more

La volontà che determina i destini dell'uomo. Frasi famose

Volli, sempre volli, fortissimamente volli

Questa frase è attribuita a Vittorio Alfieri (ritratto a sinistra) il quale l’avrebbe pronunciata per esprimere la forte determinazione allo studio.

Per rafforzare l’intenzione si racconta che si fosse fatto legare alla sedia e rapare la testa soltanto per metà in modo da contrastare la tentazione di uscire di casa visto il modo com’era conciato.

Ad Alfieri andò bene essendo divenuto un grande letterato. Speriamo vada bene anche a noi quando metteremo tutto il nostro impego per raggiungere un determinato obiettivo.

Leggiamo come illustri personaggi della storia hanno scritto della volontà.

  • Aiuta un uomo contro la sua volontà e sarà come se lo uccidessi. Orazio Flacco
  • Gli uomini non sono saggi in proporzione tanto all’esperienza quanto alla loro capacità di fare esperienza. George Bernard Shaw
  • Noi vogliamo, per quel fuoco che ci arde nel cervello, tuffarci nell’abisso, inferno o cielo non importa. Giù nell’ignoto per trovarvi del nuovo. Charles Baudelaire
  • Non dispiacerti di ciò che non hai potuto fare, rammaricati solo di quando potevi e non hai voluto. Mao Tse-tung
  • E’ la volontà che fa l’uomo grande o piccolo. Friedrich von Schiller
  • Dove c’è una grande volontà non possono esserci grandi difficoltà. Niccolò Machiavelli
  • Una volta deciso che la cosa può e deve essere fatta, bisogna solo trovare il modo. Abraham Lincoln
  • Quando vuoi davvero l’amore, lo troverai che ti aspetta. Oscar Wilde
read more

L'onestà, virtù rara, in aforismi di Twain, Gervaso e altri

Onestà non è soltanto “non rubare”

L’onestà si presenta in molte forme.

La più importante è quella intellettuale. Non si vuole dire che rubare sia un peccato veniale, ma che i danni prodotti dalla disonestà intellettuale sono di norma assai più gravi di quelli prodotti dal furto di un bene materiale.

Gli aforismi che la scolpiscono ruotano tutti attorno a questa forma di non onestà.

  • Agite secondo giustizia. Sorprenderete alcuni e stupirete tutti gli altri. Mark Twain
  • La differenza fra la donna disonesta e l’onesta è che, di solito, la prima è bella. Roberto Gervaso
  • Le donne oneste sono inconsolabili per gli errori che non hanno commesso. Sacha Guitry
  • Aveva la coscienza pulita. Mai usata. Stanislaw Jerzy Lec
  • Il problema è che il 90% dei politici rovina il buon nome di tutto l’altro 10%. Henry Kissinger
  • Per il mercante anche l’onestà è una speculazione. Charles Baudelaire
  • La disumanità del computer sta nel fatto che, una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta. Isaac Asimov
  • Guardava la sua proprietà terriera con l’occhio di chi l’ha rubata di fresco. Leo Longanesi
read more

Bacio sigillo d'amore, in proverbi e frasi di autori celebri

La più diffusa manifestazione di affetto

Il bacio è il contatto tra le labbra di una persona e una qualsiasi parte del corpo di un’altra persona. Durante questo contatto, le labbra della persona baciante aspirano leggermente dell’aria creando il tipico rumore dello “schiocco”.

Il bacio è molto importante nel contatto fra due persone, esso infatti è una dimostrazione di affetto, del quale può rappresentare diverse “gradazioni”.

E’ per questo che il tradimento di Giuda è considerato ancor più grave. Seguendo ad una manifestazione di affetto includeva l’inganno, tra i più turpi comportamenti umani.

Dante, che dimostra un grande rispetto per Ulisse, tuttavia lo colloca in una delle più profonde dell’Inferno perché reo di avere ottenuto lo scopo, la conquista di Troia, ricorrendo all’inganno.

  • Un apostrofo rosa messo tra le parole t’amo. Edmond Rostand
  • Un bacio legittimo non vale mai un bacio rubato. Guy de Maupassant
  • Bacio di bocca spesso cuor non tocca. Proverbio Popolare
  • Se infelice è l’innamorato che invoca baci di cui non sa il sapore, mille volte più infelice è chi questo sapore gustò appena e poi gli fu negato. Italo Calvino
  • Quei giuramenti, quei profumi, quei baci infiniti, rinasceranno. Charles Baudelaire
  • Fu il tuo bacio, amore, a rendermi immortale. Margaret Fuller
  • Dammi cento baci, baci mille e ancora cento baci baci, mille baci. Catullo
  • Un bacio è ancora un bacio, un sospiro solo un sospiro; le cose essenziali valgono sempre, per quanto passi il tempo. Proverbio Americano
  • Ci si bacia ad occhi chiusi forse anche per non ridere. Roberto Gervaso
  • E’ dolce quello che tu mi dici, ma più dolce è il bacio che ho rubato alla tua bocca. Heinrich Heine
read more

Frasi e aforismi sulla ricchezza. La ricchezza nella letteratura europea

Tra il serio e il faceto

Denaro, sempre gioia e dolore. Poeti, filosofi, economisti, umoristi francesi, inglesi, tedeschi e spagnoli lo dipingono con toni discordi che colgono tutte le contraddizioni che lo contraddistingue.

  • E’ ricco chi desidera soltanto ciò che gli fa veramente piacere. Alphonse Karr
  • Per il mercante anche l’onestà è una speculazione. Charles Baudelaire
  • Sono avaro di quella libertà che sparisce non appena comincia l’eccesso dei beni. Albert Camus
  • Arricchiamoci delle nostre reciproche differenze. Paul Valéry
  • Il cuore è una ricchezza che non si vende e non si compra, ma si regala. Gustave Flaubert
  • L’avversità restituisce agli uomini tutte le virtù che la prosperità toglie loro. Eugène Delacroix
  • Il denaro è un ottimo mezzo per sopportare la povertà. Alphonse Allais
  • L’aforisma è una sorta di gemma, tanto più preziosa quanto più rara, e godibile solo in dosi minime. Hermann Hesse
  • L’avvocato è un galantuomo che salva i vostri beni dai vostri nemici tenendoli per sé. Heinrich Heine
  • Quattrini e cretini non si fanno compagnia. James Joyce
  • Gli errori, come pagliuzze, galleggiano sulla superficie: chi cerca perle deve tuffarsi nel profondo. John Dryden
  • Nessun uomo è abbastanza ricco da poter riscattare il proprio passato. Oscar Wilde
  • L’importanza dei soldi deriva essenzialmente dall’essere un legame fra il presente ed il futuro. John Maynard Keynes
  • Il ricco mangia, il povero si nutre. Francisco de Quevedo
read more

Aforismi su Dio e la religione in un momento di relax

Se fossi Dio ….

E’ frequente desiderare di esserlo quando si vorrebbe fare qualcosa che si ritiene impossibile, ma nello stesso tempo si desidera ardentemente. Cecco Angiolieri avrebbe voluto esserlo per “mandare lo mondo in profondo” come scrive nella sua famosa poesia “S’io fossi foco”. Non blasfemia, ma sottile umorismo come negli aforismi che seguono.

  • Non sappiamo cosa fanno uomini e donne in paradiso. Sappiamo soltanto che non si sposano. Jonathan Swift
  • Qui non c?è niente di sacro tranne l?osso dove si prendono i calci. Marcello Marchesi
  • Se i malvagi prosperano e i più adatti sopravvivono, la natura è il dio dei mascalzoni. George Bernard Shaw
  • Ogni santo ha un passato, mentre ogni peccatore ha un futuro. Oscar Wilde
  • Credo nel Dio che ha creato gli uomini, non nel Dio che gli uomini hanno creato. Alphonse Karr
  • Gli atei annoiano perché parlano sempre di Dio. Heinrich Böll
  • Dio fece il cibo, ma certo il diavolo fece i cuochi. James Joyce
  • Quando Dio ha fatto l’uomo e la donna, non li ha brevettati. Così da allora qualsiasi imbecille può fare altrettanto. George Bernard Shaw
  • Caso è lo pseudonimo di Dio quando non vuole firmare. Anatole France
  • Dio è l’unico essere che, per regnare, non ha nemmeno bisogno di esistere. Charles Baudelaire
  • Dio ha dunque dimenticato quello che ho fatto per lui? Luigi XIV
  • I nostri uomini politici non fanno che chiederci a ogni scadenza di legislatura un atto di fiducia. Ma qui la fiducia non basta: ci vuole l’atto di fede. Indro Montanelli
  • L’uomo è nato per vivere, non per prepararsi a vivere. Boris Pasternak
  • Dio mi perdonerà: è il suo mestiere. Heinrich Heine
read more

L'amore e l'odio da Cicerone a Charlie Chaplin

Sempre si è amato, sempre si è odiato

Scrive Cesare Pavese che “Si odiano gli altri perché si odia sé stessi”. Una caratteristica dell’odio è la sensazione di impotenza nei confronti di chi ci ha fatto del male, ma nei confronti dei quali non abbiamo gli strumenti per vendicarci. Ed è proprio questo senso di impotenza che giorno dopo giorno porta finisce col portarci a odiare noi stessi. Ci sono tanri altri modi per rappresentare l’odio e in essi si sono esercitati scrittori e filosofi fin dagli albori della civiltà.

  • Mi odino pure, purché mi temano. Cicerone
  • E’ proprio della natura umana odiare colui che hai offeso. Tacito
  • L’adulazione procura amici, la verità genera odio. Terenzio
  • Da’ tempo all’ira. Spesso l’indugio non toglie la forza: ma alle forze aggiunge il ragionevole consiglio. Tito Livio
  • Odiamo chi ci incute timore; ciascuno desidera con ardore che coloro che odia crepino. Quinto Ennio
  • L?odio è un liquore prezioso, un veleno più caro di quello dei Borgia; perché è fatto con il nostro sangue, la nostra salute, il nostro sonno e due terzi del nostro amore. Bisogna esserne avari. Charles Baudelaire
  • Quando odiamo qualcuno, odiamo nella sua immagine qualcosa che è dentro di noi. Hermann Hesse
  • L’odio senza desiderio di vendetta è un seme caduto sul granito. Honoré de Balzac
  • Odio le cattive massime più delle cattive azioni. Jean Jacques Rousseau
  • Credo nel potere del riso e delle lacrime come antidoto all’odio e al terrore. Charlie Chaplin
  • E’ meglio essere odiati per ciò che si è che essere amati per ciò che non si è. André Gide
read more

Frasi, metafore e aforismi sul potere da Plutarco ad Al Capone

La forza attrattiva del potere

Esiste un modo di dire secondo il quale “comandare è meglio che fottere”. C’è anche qualcuno che non la pensa così, ma i coloro che la pensano così sono davvero tanti.
Nell’essere umano, la spinta ad esercitare il potere è talmente forte che molti ricercano lo spazio, anche microscopico, nel quale potere essere a torto o a ragione, monarchi assoluti: dall’usciere di un uffico pubblico, al capo di un condominio fino al presidente di un consiglio di ministri. Dallo storico greco Plutarco fino al gangster americano Al Capone lo dicono così.

  • Nulla rivela meglio il carattere di un uomo quanto il suo modo di comportarsi quando detiene un potere sugli altri. Plutarco
  • Quando i potenti litigano ai poveri toccano solo dei guai. Fedro
  • Si può ragionevolmente ritenere che chi pensa che il denaro possa tutto, sia egli stesso disposto a tutto per il denaro. Benjamin Franklin
  • La sicurezza del potere si fonda sull’insicurezza dei cittadini. L. Sciascia
  • Lo schiavo, nell’attimo in cui respinge l’ordine umiliante del suo superiore, respinge insieme la sua stessa condizione di schiavo. Albert Camus
  • Nel nostro tempo, le principali via sociali in fuga sono la sottomissione a un capo, come è accaduto nei paesi fascisti, e il conformismo ossessivo, che prevale nella nostra democrazia. E. Fromm
  • La storia delle donne è la storia della peggiore tirannia che il mondo abbia mai conosciuto: la tirannia del debole sul forte. E’ l’unica tirannia che duri. Oscar Wilde
  • E’ indiscutibile, per quanto misterioso, che la persona che concede un favore risulta in qualche modo superiore a quella che lo riceve. Jorge Luis Borges
  • L’artista è l’ultimo a farsi illusioni a proposito della sua influenza sul destino degli uomini. Thomas Mann
  • Qualunque cosa sogni d’intraprendere, cominciala. L’audacia ha del genio, del potere, della magia. Johann Wolfgang von Goethe
  • Le rivoluzioni sono figlie di idee e di sentimenti prima che di interessi. Luigi Sturzo
  • Chi disputa allegando l’autorità, non adopra l’ingegno, ma piuttosto la memoria. Leonardo da Vinci
  • A furia di leccare, qualcosa sulla lingua rimane sempre. Ennio Flaiano
  • Se tutto deve rimanere com’è, è necessario che tutto cambi. Giuseppe Tomasi di Lampedusa
  • Quando i molti governano, pensano solo a contentar sé stessi, e si ha allora la tirannia più balorda e più odiosa: la tirannia mascherata da libertà. Luigi Pirandello
  • Dio è l’unico essere che, per regnare, non ha nemmeno bisogno di esistere. Charles Baudelaire
  • Crede che quei banchieri siano in prigione? Nossignore. Sono fra i cittadini più stimati della Florida. Sono feccia, almeno quanto i politici disonesti! Creda, io ne so qualcosa. E’ da tempo che mangiano e si vestono con i miei soldi. Finché non sono entrato nel racket non sapevo quanti imbroglioni indossano abiti costosi e parlano con accento da signori. Al Capone
  • “Corruzione” è lo slogan della vita americana oggi. E’ la legge, quando non si rispetta altra legge. Sta minando il paese. In tutte le città, i legislatori onesti si contano sulle dita delle mani. Quelli di Chicago, poi sulle dita di una mano sola! La virtù, l’onore, la verità e la legge sono scomparsi. Siamo tutti imbroglioni. Ci piace “farla franca”. E se non riusciamo a guadagnare il pane in modo onesto, lo facciamo in un altro modo. Al Capone
read more

Il lavoro in frasi e aforismi di celebri scrittori

Il lavoro che piace

E’ frequente sentir lamentare la fatica prodotta dal proprio lavoro. Se è lavoro manuale è giustificato, se si tratta di lavoro intellettuale, in buona misura è ipocrisia. Lamentarsi fa parte dell’inclinazione di molte persone portate erroneamente a pensare che le proprie angustie possano trovare comprensione e coinvolgimento emotivo anche in altri. La lampada che si accende e suggerisce allo scrittore un modo brillante per chiudere un capitolo del libro o ad uno scienziato di cogliere quella relazione di causa ed effetto che ricercava da tempo non avvengono senza fatica, ma è una fatica più sopportabile di quella necessaria ad esempio per raccogliere l’uva piegati a 90 gradi per 8 ore consecutive. I letterati parlano così del lavoro.

  • Tutte le professioni sono delle cospirazioni contro i profani. George Bernard Shaw
  • Al mondo non ci sono che due modi per fare carriera: o grazie alla propria ingegnosità o grazie all’imbecillità altrui. La Bruyère De, Jean
  • Lavorare è meno noioso che divertirsi. Charles Baudelaire
  • Il racconto è il romanzo di un pigro. Antonio Tabucchi
  • Noi viviamo nell’epoca in cui la gente è così laboriosa da diventare stupida. Oscar Wilde
  • Il lavoro d’equipe è essenziale. Ti permette di dare la colpa a qualcun altro. Arthur Bloch
  • Un uomo non è un pigro, se è assorto nei propri pensieri; esistono un lavoro visibile ed uno invisibile. Victor Hugo
  • Erano in tre e si doveva eseguire un lavoro; il più forte decise che avrebbe diretto le varie fasi dell’esecuzione, il più furbo disse che avrebbe controllato il buon esito dell’operazione e al più debole non rimase altro che iniziare. Carl William Brown
  • Il lavoro è il rifugio di coloro che non hanno nulla di meglio da fare. Oscar Wilde
  • Lui non sa nulla e pensa di sapere tutto: tutto ciò fa pensare chiaramente ad una carriera politica. George Bernard Shaw
  • L’etica del lavoro è l’etica degli schiavi, e il mondo moderno non ha bisogno di schiavi. B. Russel
  • L’artista è niente senza il dono, e il dono è niente senza il lavoro. Émile Zola
  • Essere uomo è un mestiere difficile, soltanto pochi ce la fanno. Ernest Hemingway
  • Una macchina è in grado di lavorare come cinquanta uomini comuni, ma nessuna macchina può svolgere il lavoro di un uomo straordinario. Elbert Hubbard
  • La differenza tra un intellettuale e un operaio? L’operaio si lava le mani prima di pisciare e l’intellettuale dopo. Jacques Prévert
read more

Il “bene e il male” visti da Shakespeare, Twain ed altri celebri scrittori

Cosa sono il bene e il male?

Sfuggenti a ogni definizione, dipendenti dall’intenzione o dall’effetto, queste 2 parole sono usate spesso attribuendovi significati dipendenti dal contesto e dagli attori. Può essere “bene” un’azione compiuta da me e “male” la stessa azione compiuta da un altro. E’ un giudizio nel quale siamo troppo coinvolti per potere convenire su una definizione. Ne sono una riprova le frasi e gli aforismi di celebri letterati riportati di seguito.

  • Nulla è bene o male, se non si pensa di fare bene o male. William Shakespeare
  • E’ morale ciò che ti fa sentir bene dopo che l’hai fatto, è immorale ciò che invece ti fa sentire male. Ernest Hemingway
  • La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri. Mark Twain
  • E’ straordinario che sia così perfetta l’illusione che la bellezza è bontà. Lev Tolstoj
  • Il male viene fatto senza sforzo, naturalmente, è l’opera del fato; il bene è sempre il prodotto di un’arte. Charles Baudelaire
  • Le donne immorali ti irritano, le donne buone ti annoiano. Oscar Wilde
  • E’ il ben pensare che conduce al ben dire. Francesco De Sanctis
  • Nell’arte il meglio è abbastanza buono. Johann Wolfgang von Goethe
  • Il peggior pazzo è un santo diventato pazzo. Alexander Pope
  • Fai del bene di nascosto e arrossisci a vederlo divulgato. Alexander Pope
  • Perché denunciare il reddito dopo il bene che vi ha fatto? Marcello Marchesi
  • Se non essere cornuti vi sembra un gran bene, l’unico modo è non sposarsi affatto. Molière
  • Non basta fare il bene, bisogna anche farlo bene. Denis Diderot
  • La vita non è né brutta né bella, ma è originale! Italo Svevo
read more

Vizi e virtù molto diversi? Frasi e aforismi nella letteratura

Dove finisce il vizio e comincia la virtù? La linea di confine sembra poco marcata se dobbiamo credere a come ne scrivono letterati di ogni tempo

  • Benché l’ambizione sia vizio tuttavia spesso è causa di virtù. Marco Fabio Quintiliano
  • Tutti i vizi, quando sono di moda, passano per virtù. Molière
  • La coerenza è la virtù degli imbecilli. Giuseppe Prezzolini
  • Niente di più facile di smettere di fumare, lo faccio venti volte al giorno! Mark Twain
  • Una delle sventure delle persone molto intelligenti è di non poter fare a meno di capire tutto: i vizi non meno che le virtù. Honorè de Balzac
  • Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere. Charles Baudelaire
  • Una sigaretta è il prototipo perfetto del piacere perfetto: è squisita e ci lascia insoddisfatti. Oscar Wilde
  • La bellezza, dopo tre giorni, è tanto noiosa come la virtù. George Bernard Shaw
  • La virtù affascina, ma c’è sempre in noi la speranza di poterla corrompere. Leo Longanesi
  • Noi chiamiamo pomposamente virtù tutte quelle azioni che giovano alla sicurezza di chi comanda e alla paura di chi serve. Ugo Foscolo
read more

Raccolta di frasi divertenti e sul divertimento

Divertirsi vuol dire ridere?

Divertirsi è fare qualcosa di diverso, rompere la routine della quotidianità e dedicare le proprie energie ed il proprio entusiamo ad attività che distraggano dai pensieri spesso assillanti che accompagnano le nostre giornate. Divertirsi perciò, come qualcuno pensa, non comporta necessariamente ridere. Ve lo dimostra questa raccolta di frasi dovute a personaggi celebri di ogni epoca, da Epicuro a Woody Allen.

  • Quando gioco col mio gatto, chissà se sono io che mi sto divertendo con lui, o lui con me. Michel Eyquem de Montaigne
  • Non fare filosofia per scherzo, ma sul serio; perché non abbiamo bisogno di apparire sani ma piuttosto di esserlo veramente. Epicuro
  • Il bambino che non gioca non è un bambino, ma l’adulto che non gioca ha perso per sempre il bambino che ha dentro di sé. Pablo Neruda
  • Se fossi un medico, prescriverei una vacanza a tutti i pazienti che considerano importante il proprio lavoro. Bertrand Russell
  • Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità. Sigmund Freud
  • Ogni sublime umorismo comincia con la rinuncia dell’uomo a prendere sul serio la propria persona. Hermann Hesse
  • Non c’è niente di più esilarante che l’esser preso di mira senza successo. Winston Churchill
  • L’uomo consiste di due parti, la sua mente e il suo corpo. Solo che il corpo si diverte di più. Woody Allen
  • Il libro è una delle possibilità di felicità che abbiamo noi uomini. Jorge Luis Borges
  • Lavorare è meno noioso che divertirsi. Charles Baudelaire
  • La televisione è un’invenzione che vi permette di farvi divertire nel vostro soggiorno da gente che non vorreste mai avere in casa. David Frost
  • Cerca il ridicolo in ogni cosa e lo troverai. Jules Renard
  • E’ qualcosa di divertente fare l’impossibile. Walt Disney
  • Il sesso è stata la cosa più divertente che ho fatto senza ridere. Woody Allen
  • Ad ogni periodo di attività deve seguirne uno di riposo. Mao Tse-tung
  • Il lavoro è il rifugio di coloro che non hanno nulla di meglio da fare. Oscar Wilde
read more

Frasi sull'amore di vari autori

Frasi sull’amore di Gesualdo Bufalino, Karl Popper, Charles Baudelaire, Madre Teresa e altri

Chi insegna che non la ragione, ma l’amore sentimentale deve governare, apre la strada a coloro che governano con l’odio.
Karl Popper

Ciò che c’è di pericoloso nell’amore è il fatto che è delitto nel quale non si può fare a meno di un complice.
Charles Baudelaire

Ci sono sue cose che esigono una buona salute per essere fatte: l’amore e la rivoluzione.
Gesualdo Bufalino

Chi si marita per amore, di notte ha piacere, di giorno ha dolore.
Proverbio italiano

Dovreste conoscere ciò che vuole dire povertà, forse la nostra gente ha molti beni materiali, forse ha tutto, ma credo che se guardiamo nelle nostre case, vediamo quanto è difficile talvolta trovare un sorriso e il sorriso è il principio dell’amore. Allora incontriamoci con un sorriso e una volta che abbiamo cominciato l’un l’altro a amarci diviene naturale fare qualcosa per gli altri.
Madre Teresa

read more
Pagina » 1


Cerca tra altri post


phpJobScheduler