Frasi

coerenza

La coerenza e la politica – frasi

Riteniamo quantomeno fastidioso il comportamento di coloro i quali dicono di volere fare una cosa e poi subito dopo ne fanno una diametralmente opposta oppure affermano un principio ritenendo che vada applicato a tutti meno che a loro stessi.  Questa contradditorietà del comportamento lo definiamo incoerenza e di norma lo condanniamo. Ma la coerenza è un valore ci sarebbe da chiedersi? Coerenza non significa non cambiare mai idea, ma piuttosto non cambiarla troppo spesso e troppo rapidamente. Oscar Wilde ad esempio sosteneva che La coerenza è l’ultimo rifugio delle persone prive d’immaginazione e Winston Churchill non si preoccupava a dichiarare Il rimangiarmi le mie parole non mi ha mai dato l’indigestione.
Di segno diametralmente opposto il pensiero di Giuseppe Mazzini del quale si diceva che “in lui pensiero e azione erano coincidenti”.
Un esempio di coerenza portata all’estremo viene raccontata con il noto aneddoto del Lord inglese il quale, vittima di un naufragio, vedendo avvicinarsi a lui uno squalo, pur essendo armato di un pugnale si lasciò divorare senza opporre alcuna resistenza in ossequio alla norma del galateo la quale prescrive che “il pesce non si taglia con il coltello”.

Il rischio a trattare argomenti come la coerenza è di potere essere presi per bacchettoni e persone fuori dal mondo. Tali riteniamo di non essere e infatti non ci passerebbe mai per la testa di accusare di incoerenza o peggio di scorrettezza il candidato che ci promette qualcosa che mantiene solo in parte o non mantiene affatto; abbiamo chiaro che nessuna carica rende onnipotenti e quindi sta alla nostra intelligenza distinguere tra la promessa che può essere mantenuta e quella che non lo può. Se qualcuno mi promette di mettermi a disposizione per il prossimo mese di agosto la sua casa al mare posso fidarmi o meno che poi lo farà, ma posso ritenerlo possibile perché è qualcosa che appartiene ai suoi poteri. Se al contrario la stessa persona mi promette di ospitarmi nell’appartamento papale del Vaticano nel periodo in cui il Papa è in vacanza a Castelgandolfo, mi sta promettendo qualcosa che non è in grado di mantenere perché non è nei suoi poteri disporre degli appartamenti papali. Devo essere un perfetto idiota per dargli credito!
Ritornando al tema principale e cioè alla coerenza dei politici viene in mente quanto sta succedendo con la finanziaria 2011-2012. Si afferma da tutte le parti che stiamo attraversando un periodo di crisi in parte per colpa nostra in parte per cause esterne. Le crisi impongono sacrifici ed aprono la discussione su chi debba fare questi sacrifici. Un criterio di giustizia e di credibilità imporrebbe che i primi a fare i sacrifici fossero coloro che più di altri sono responsabili della crisi e quindi i governanti. Succede invece che proprio i governanti si tirino fuori dal mucchio. E’ come se un capofamiglia riunisse i suoi per segnalare che gli introiti si sono ridotti e quindi è necessario che ciascuno faccia qualche piccolo sacrificio. Riduce quindi alla moglie il budget per le spese di ogni giorno ed ai figli la paghetta settimanale. Pazienza, si mangerà qualche manicaretto in meno e si starà più attenti nell’uso del telefonino. Nel frattempo il capofamiglia non rinunzia a nulla a cui era abituato e non riduce neppure di un euro le sue spese tradizionali. La moglie e i figli penseranno che la crisi non esiste affatto e che è stata invocata solo come un pretesto per fare loro una sovercheria.
Le previsioni della finanziaria potrebbero lecitamente fare sospettare che la crisi non c’è. Infatti i parlamentari non si stanno privando di fatto di nessun beneficio. Vedremo che alla fine i soldi ricavati serviranno ad aumentare le auto blù, che già oggi sono circa 650 mila a fronte delle 70 mila di tutti gli Stati Uniti. Lo stesso ministro Brunetta il fustigatore degli spreconi nè ha a disposizione ben sette. Non vogliamo assegnargliene qualche altra? Avrebbe detto Totò, Ma mi faccia il piacere!

read more

Frasi sui consigli di Franklin e altri

La parola migliore è quella che non si dice

La pulsione a dare “buoni consigli” è talmente forte che difficilmente si riesce a trattenerla. Eduardo de Filippo sosteneva, e con lui tanti altri, che i consigli si danno solo se richiesti. Dare un consiglio è infatti pur sempre una intrusione nella vita altrui.

Dare consigli è oltretutto pericoloso perché ci obbliga alla coerenza e rischia di farci considerare tra coloro che “predicano bene e razzolano male”.

I vecchi amano dare buoni consigli per consolarsi di non poter più dare cattivi  esempi. François de La Rochefoucauld

Si danno i consigli, ma non si dà la saggezza di seguirli. François de La Rochefoucauld

Le predizioni sono molto difficili, specialmente per il futuro. Niels Bohr

Benedetti coloro che non hanno nulla da dire e che non si lasciano convincere a dirlo. James Russell Lowell

I saggi non hanno bisogno di suggerimenti. Gli sciocchi, non ne tengono conto. Benjamin Franklin

read more

Frasi sulla coerenza che non è rigidità

Se io cambio, anche le mie idee possono cambiare

Winston Churchill, lo statista che governò in Inghilterra nel corso della seconda guerra mondiale e nell’immediato dopoguerra, soleva dire che “Il rimangiarmi le mie parole non mi ha mai dato l’indigestione”. I tempi cambiano, i contesti cambiano, noi cambiamo e quindi anche le nostre idee possono cambiare; talvolta addirittura devono cambiare.

Confondere la coerenza con l’immutabilità delle idee è un grave errore, addirittura può essere segno di stupidità. La coerenza va misurata confrontando la congruenza tra ciò che dico e ciò che faccio. Sono incoerente, ad esempio, se predico l’importanza di non assumere droghe e poi le assumo io stesso.La coerenza è l’ultimo rifugio delle persone prive d’immaginazione. Oscar Wilde

L’arte migliore è quella in cui la mano, la testa e il cuore di un uomo procedono in accordo. John Ruskin

I pacifisti sono i peggiori guerrafondai. George Bernard Shaw

Riconosco per mio solo ciò che ho scritto con inchiostro simpatico. Gesualdo Bufalino

Anche il progresso, divenuto vecchio e saggio, votò contro. Ennio Flaiano

read more

Frasi sulla coerenza tra virtù a imbecillità

Il pesce non si taglia col coltello

Si racconta che un lord inglese, osservante delle forme fino al parossismo, si trovò una volta vittima di un naufragio. Mentre cercava di raggiungere una scialuppa sulla quale trovare rifugio, vide avvicinarsi verso di lui uno squalo malamente intenzionato. Il lord aveva un coltello con il quale avrebbe potuto almeno tentare una difesa, ma ricordando che il Galeteo prescrive che il pesce non si taglia con il coltello, per non contravvenire ad una regola che riteneva inderogabile, preferì lasciarsi divorare dallo squalo. Coerenza o imbecillità?

I latini dicevano “Summum ius, summa iniuria” cioé l’estremizzazione del diritto può produrre grandi ingiustizie. Di questo tono alcuni degli aforismi che seguono.La coerenza è la virtù degli imbecilli. Giuseppe Prezzolini

Solo i fanatici e le mummie non ondeggiano mai. Indro Montanelli

Continua ciò che hai cominciato e forse arriverai alla cima, o almeno arriverai in alto ad un punto che tu solo comprenderai non essere la cima. Seneca

La fedeltà è per la vita sentimentale ciò che è la coerenza per la vita dello spirito: una confessione pura e semplice di fallimenti. Oscar Wilde

E’ duro essere religiosi quando certe persone non vengono mai incenerite da un fulmine. Bill Watterson

read more

Frasi sull'anima di Pascal, Wilde e Mann

Chi scorge una differenza tra spirito e corpo non possiede né l’uno né l’altro. Oscar Wilde

E’ spiacevole e tormentoso quando il corpo vive e si dà importanza per conto suo, senza alcun legame con lo spirito. Thomas Mann

Quanto più si è spiritualmente dotati, tanto più accade di scoprire uomini originali. La gente comune non fa differenza tra un uomo e un altro. Blaise Pascal

L’anima del piacere è nella ricerca del piacere stesso. Blaise Pascal

La fedeltà è per la vita sentimentale ciò che è la coerenza per la vita dello spirito: una confessione pura e semplice di fallimenti. Oscar Wilde

read more

Frasi sulla "Fantasia" che sa trasformare i sogni in realtà

“O nonna, nonna, deh com’era bella …”

Così Giosuè Carducci invocava la nonna nella celebre poesia “Davanti a San Guido”. La nonna che gli raccontava le favole e lo faceva viaggiare nel mondo della fantasia, quel mondo che racconta realtà inesistenti, ma nel quale piace trascorrere molta parte del proprio tempo.

Lasciarsi andare alla fantasia è forza, è debolezza o cos’altro è?

Celebri personaggi ne scrivono così.

  • La mia fantasia è inceppata: ho bisogno di un piccolo dispiacere. Leo Longanesi
  • L’immaginazione è la prima fonte della felicità umana. Giacomo Leopardi
  • La coerenza è l’ultimo rifugio delle persone prive d’immaginazione. Oscar Wilde
  • Lasciamo le belle donne agli uomini senza fantasia. Marcel Proust
  • Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle. Voltaire
  • Nessun vascello c’è che come un libro possa portarci in contrade lontane. Emily Dickinson
  • Ogni uomo ama due donne: l’una creata dalla sua immaginazione, l’altra deve ancora nascere. Kahlil Gibran
  • La conoscenza non è niente, l’immaginazione è tutto. Anatole France
  • I nostri pensieri danno forma a ciò che noi supponiamo sia la realtà. Isabel Allende
  • La verità non sta in un solo sogno, ma in molti sogni. Pier Paolo Pasolini
read more

Vizi e virtù molto diversi? Frasi e aforismi nella letteratura

Dove finisce il vizio e comincia la virtù? La linea di confine sembra poco marcata se dobbiamo credere a come ne scrivono letterati di ogni tempo

  • Benché l’ambizione sia vizio tuttavia spesso è causa di virtù. Marco Fabio Quintiliano
  • Tutti i vizi, quando sono di moda, passano per virtù. Molière
  • La coerenza è la virtù degli imbecilli. Giuseppe Prezzolini
  • Niente di più facile di smettere di fumare, lo faccio venti volte al giorno! Mark Twain
  • Una delle sventure delle persone molto intelligenti è di non poter fare a meno di capire tutto: i vizi non meno che le virtù. Honorè de Balzac
  • Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere. Charles Baudelaire
  • Una sigaretta è il prototipo perfetto del piacere perfetto: è squisita e ci lascia insoddisfatti. Oscar Wilde
  • La bellezza, dopo tre giorni, è tanto noiosa come la virtù. George Bernard Shaw
  • La virtù affascina, ma c’è sempre in noi la speranza di poterla corrompere. Leo Longanesi
  • Noi chiamiamo pomposamente virtù tutte quelle azioni che giovano alla sicurezza di chi comanda e alla paura di chi serve. Ugo Foscolo
read more

Socrate e l'amore

Socrate e l’amore

Socrate diceva ai suoi allievi: Sposatevi, se troverete una buona moglie sarete felici, in caso contrario diventerete filosofi. In entrambi casi sarete state fortunati. Socrate è stato un tipo d’uomo al quale molti vorrebbero somigliare. Coerente nelle sue certezze tanto da preferire la morte alla trasgressione delle leggi alla cui osservanza invece educava i suoi allievi. La letteratura non ci riporta espressioni e pensieri di Socrate riferibili all’amore. E’ pur vero tuttavia che la sua stessa vita fu amore. Amore per la conoscenza, amore per la giustizia, amore per la coerenza, amore per i giovani ai quali dedicò la sua vita per educarli al pensiero e alla virtù. A suo modo avrà amato anche la moglie Santippe della quale si tramanda che dicesse tutto il male possibile. Perché Socrate era certamente incapace di non amare. Fu accusato di corrompere i giovani e questa circostanza ci riporta ai nostri tempi nei quali si guarda sempre con sospetto chi agisce senza un interesse immediato e tangibile. Che gran fortuna sarebbe avere tra di noi qualche Socrate anche oggi!

Per frasi e aforismi di altri autori celebri Clicca qui

Altre frasi di Socrate

read more
Pagina » 1


Cerca tra altri post


phpJobScheduler