Frasi

Immanuel Kant

Un pò d'aria fresca.. l'illuminismo secondo Kant

“Illuminismo è l’uscita dell’uomo dallo stato di minorità che egli deve imputare a se stesso. Minorità è l’incapacità di valersi del proprio intelletto senza la guida di un altro. Imputabile a se stesso è questa minorità, se la causa di essa non dipende da difetto d’intelligenza, ma dalla mancanza di decisione e del coraggio di far uso del proprio intelletto senza essere guidati da un altro. Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza! È questo il motto dell’Illuminismo.”

read more

Che cos'è l'illuminismo? La risposta di Kant di 230 anni fa.

La risposta di Immanuel Kant alla domanda “Che cos’è l’illuminismo?” nel 1784.

Illuminismo è l’uscita dell’uomo dallo stato di minorità che egli deve imputare a se stesso. Minorità è l’incapacità di valersi del proprio intelletto senza la guida di un altro. Imputabile a se stesso è questa minorità, se la causa di essa non dipende da difetto d’intelligenza, ma dalla mancanza di decisione e del coraggio di far uso del proprio intelletto senza essere guidati da un altro. Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza! È questo il motto dell’Illuminismo.

La nostra cultura è stata arricchita dall’illuminismo, che fortunatamente ha fornito qualche anticorpo contro le odierne manifestazioni di intolleranza, razzismo, ignoranza.

Il motto dell’illuminismo è quindi di avere il coraggio di servirsi della propria intelligenza per approfondire i fatti, mantenere viva una coscienza critica e rifiutare con decisione ricette facili a problemi complessi, che purtroppo ci vengono continuamente propinate.

L’illuminismo è l’attitudine a usare e allenare la ragione, a migliorare le proprie capacità con impegno e fatica. Un incitamento a studiare, approfondire, valutare le conseguenze dei fatti, rifiutare ogni imposizione culturale. La conquista è la libertà di pensiero, con il rifiuto della semplificazione e l’allontanamento di ogni estremismo.

Dai tempi di Kant la tecnologia ha fatto passi da gigante. Il filosofo tedesco scriveva con la penna, oggi abbiamo internet, i devices mobili come smartphone e ipad, una capacità di immagazzinamento di dati quasi infinita, la banda ultralarga per la trasmissione istantanea delle informazioni. E il progresso continua giorno dopo giorno. Insomma il contenitore s’è evoluto in modo straordinario, è auspicabile che anche il livello del contenuto faccia qualche passo avanti.

read more

Da Aristotele a Che Guevara il valore della dignità

Dignità e merito

Diceva Henry Kissinger con l’efficacia e l’arguzia che caratterizzava il suo linguaggio che “il 90% dei politici rovina il buon nome di tutto l’altro 10%”. La dignità è un attributo che vale per i singoli come anche per i gruppi che spesso sono accomunati in giudizi collettivi.

Riconoscere dignità equivale ad apprezzare un comportamento per le forme in cui si è manifestato nel momento specifico. Un bambino che sopporta un dolore senza battere ciglio o la reazione composta di  fronte ad una disavventura sono esempi di comportamenti che qualifichiamo dignitosi e perciò stesso appreziamo.

La dignità non consiste nel possedere onori, ma nella coscienza di meritarli. Aristotele

Un’idea che non sia pericolosa, è indegna di chiamarsi idea. Oscar Wilde

La dignità dell’artista sta nel suo dovere di tener vivo il senso di meraviglia nel mondo. Gilbert Keith Chesterton

La moralità non è propriamente la dottrina del come renderci felici, ma di come dovremo diventare degni di possedere la felicità. Immanuel Kant

Bisogna pagare qualunque prezzo per il diritto di mantenere alta la nostra bandiera. Ernesto Che Guevara

read more

Frasi sulla tentazione da Socrate e Montanelli

La prima a cedervi fu Eva

Resistere alle tentazioni è troppo difficile.

Nella preghiera del Padrenostro, si invoca Dio di non sottoporci a tentazioni, perché sappiamo che difficilmente sapremmo resistervi.

A sentire Socrate basta fermarsi a ragionare un momento per scoprire che ciò che ci tenta non è poi così importante da costringerci a cedere. Ma Socrate, era Socrate.

  • Se guardate tutto ciò che viene messo in vendita, scoprirete di quante cose potete fare a meno! Socrate
  • Non c’è virtù così grande che possa essere al sicuro dalla tentazione. Immanuel Kant
  • Tutti gli uomini sono soggetti all’errore e molti uomini ne sono, in molti aspetti, esposti alla tentazione per passione o per interesse. John Locke
  • Infuriarsi ed eccitarsi nel combattere qualche idea è facile, soprattutto quando non siamo del tutto sicuri della nostra posizione e ci sentiamo interiormente tentati di passare dalla parte dell’avversario. Thomas Mann
  • La servitù, in molti casi, non è una violenza dei padroni, ma una tentazione dei servi. Indro Montanelli
read more

La scienza in aforismi di filosofi e letterati famosi

Scienza e filosofia

Sono sempre andate a braccetto. Una scoperta scientifica incide sulla filosofia. Ogni approdo della filosofia apre alla scienza ozizzonti inediti. Uno scienziato è anche filosofo e viceversa. Lo confermano questi aforismi prevalentemente di filosofi, ma anche di uomini che hanno lasciato il segno del loro passaggio anche in altri settori.

  • La logica è l’anatomia del pensiero. John Locke
  • Tutte le scienze esatte sono dominate dall’approssimazione. Bertrand Russell
  • L’aritmetica ha un grande potere nell’elevare la mente costringendola a ragionare intorno a numeri astratti. Platone
  • La scienza è fatta di dati come una casa di pietre. Ma un ammasso di dati non è scienza più di quanto un mucchio di pietre sia una casa. Jules-Henri Poincaré
  • Le nostre anime si sono corrotte nella misura in cui le nostre scienze, le nostre arti hanno progredito verso la perfezione. Jean Jacques Rousseau
  • La scienza è conoscenza organizzata. La saggezza è vita organizzata. Immanuel Kant
  • La politica non è una scienza, ma un’arte. Otto von Bismarck
  • La scienza non ha promesso la felicità, ma la verità. La questione è sapere se con la verità si farà mai la felicità. Émile Zola
  • La scienza è sempre imperfetta. Ogni volta che risolve un problema, ne crea almeno dieci nuovi. George Bernard Shaw
  • I numeri non sono fondamentali per la matematica. Ludwig Wittgenstein
read more

Aforismi sull'amore per la mamma e l'amore di una mamma

Mamma e amore, quasi sinonimi

Per Napoleone è la causa prima della fortuna di un figlio. In modi diversi tutti le riconoscono un ruolo insostituibile. Tutti, anche uomini duri, ne parlano con dolcezza e gratitudine.

  • Uscirono per  andare al lavoro, ma prima di girare l’angolo, come di consueto si voltarono perché la mamma stava sempre alla finestra a sorridere a loro ed a salutarle con la mano: Senza questo non potevano cominciare la giornata. Perché di qualunque umore fossero, quest’ultima  visione  del volto materno era per loro come un raggio di sole. Tratto da “Piccole donne” di Maria Luisa Alcott
  • L’avvenire di un bambino è l’opera di sua madre. Napoleone Bonaparte
  • La mia unica consolazione, quando salivo a coricarmi, era  che la mamma sarebbe venuta a darmi un bacio una volta che fossi a letto…… Marcel Proust
  • Esistono mamme che baciano e mamme che sgridano, ma si tratta comunque di amore, e la maggior parte delle mamme bacia e sgrida contemporaneamente. Pearl S.Buck
  • Quanto è bello e, nello stesso tempo quanto è difficile essere madre. Si ha paura di tutto. Anton Cecov
  • La mamma ed io avevamo i nostri miti, i nostri linguaggi segreti, i nostri scherzi rituali…. In pubblico avevamo le nostre intese: bastava un’occhiata! Jean Paul Sartre
  • Mi accorgo che non so esprimere quel che vorrei, ma la parola “mammina” dice tutto. Anna Frank
  • Mio padre mi trattava come se fossi già grande; mia madre si prendeva cura della bambina che ero, trovava naturale che dicessi stupidaggini, si divertiva ai miei giochi, ai miei scarabocchi…… Simone de Beauvoir
  • Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre il perdono. Honorè de Balzac
  • Una buona madre vale cento maestri. Papa Giovanni XXIII
  • Più un figlio è costato lacrime agli occhi della madre, più caro è al suo cuore. Victor Hugo
  • Uno dei miei rammarichi più dolorosi è quello di non poter far felici gli ultimi giorni della mia buona madre, alla quale ho causato tante amarezze con la mia vita avventurosa. Giuseppe Garibaldi
  • Oh l’amore di una madre! Amore che non dimentica nessuno! Pane meraviglioso che un Dio divide e moltiplica! Ciascuno ne ha la sua parte , e tutti l’hanno per intero. Victor Hugo
  • L’agnellino fa una voce quando vuole il latte e la mamma lo intende. Girolamo Savonarola
  • Non scorderò mai mia madre, perché fù lei a piantare e nutrire i primi semi del bene dentro di me. Immanuel Kant
  • Sempre una madre aspetta il ritorno di suo figlio sia se questi se n’è andato in un paese vicino o in uno molto lontano…. Joseph Roth
  • Tu sei lo specchio di tua madre e lei in te rievoca il bell’aprile della sua giovinezza. William Shakespeare
  • E già era venuta mia madre, a cui l’amore dava le forze di seguirmi per terra e per mare. Sant’Agostino
  • Mi strinsi al fianco della mamma…..ed ancora sentii addosso i suoi bei capelli- come l’ala di un angelo-pensavo, e fui davvero felice! Charles Dickens
read more

Il coraggio in frasi di poeti, artisti filosofi, condottieri

Tra il serio e il faceto

Lo faccio o non lo faccio? L’incertezza ad agire viene spesso imputata a mancanza di coraggio.

La linea di demarcazione tra coraggio e incoscienza è poco chiara ai molti.

Il coraggio è agire in condizione di rischio calcolato. Con termini diretti o per metafore o ancora con ironia è quello che leggiamo negli aforismi sul coraggio che includono pensieri di Kant, Vico, Colombo, Hesse ed infine per rilassarci un poco anche dell’inarrivabile Totò.

  • Ci vuole più coraggio per dimenticare che per ricordare. Sören Kierkegaard
  • Ci vuole più coraggio per soffrire che per agire. Sören Kierkegaard
  • Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza! Immanuel Kant
  • La speranza e il coraggio di pochi lasciano tracce indelebili. Giambattista Vico
  • Qualche volta il coraggio si presenta soltanto nel momento in cui non si vede altra via d’uscita. William Faulkner
  • Le idee ispirate dal coraggio sono come le pedine negli scacchi, possono essere mangiate ma anche dare avvio ad un gioco vincente. Johann Wolfgang von Goethe
  • Da un certo punto in avanti non c’è più modo di tornare indietro. E’ quello il punto al quale si deve arrivare. Franz Kafka
  • La maggior parte degli uomini non vuol nuotare prima di saper nuotare. Hermann Hesse
  • L’amore è un bellissimo fiore, ma bisogna avere il coraggio di coglierlo sull’orlo di un precipizio. Stendhal
  • In qualunque luogo ci sorprenda la morte in battaglia, che sia la benvenuta. Ernesto Che Guevara
  • Spesso è da forte, più che il morire, il vivere. Vittorio Alfieri
  • Coraggio ce l’ho. E’ la paura che mi frega. Totò
read more

Il "bene" secondo Pascal, Voltaire ed altri filosofi e scienziati

Alla ricerca del bene e del male

La ricerca del compromesso o di un punto di equilibrio tra il comportamento che suggerirebbe l’istinto e i limiti posti dalla necessità della convivenza ha impegnato e impegna tuttora la speculazione filosofica. Ne possiamo leggere alcuni esempi nelle frasi e aforismi attribuiti a filosofi e scienziati moderni.

  • L’uomo non è né angelo né bestia, e disgrazia vuole che chi vorrebbe far l’angelo fa la bestia. Blaise Pascal
  • Il bello è il simbolo del bene morale. Immanuel Kant
  • Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto. Voltaire
  • Tutto ciò che è fatto per amore è sempre al di là del bene e del male. Friedrich Nietzsche
  • Una cosa buona non ci piace, se non ne siamo all’altezza. Friedrich Nietzsche
  • La beatitudine è un augurio che si dà a chi lo vuole ricevere. Sören Kierkegaard
  • Amo la libertà della stampa più in considerazione dei mali che previene che per il bene che essa fa. Charles-Alexis de Tocqueville
  • Un uomo benevolo dovrebbe permettersi qualche difetto, per non far fare brutta figura ai propri amici. Benjamin Franklin
  • Non c’è mai stata una guerra buona o una pace cattiva. Benjamin Franklin
  • La natura dei popoli è prima cruda, poi severa, quindi benigna, appresso delicata, finalmente dissoluta. Giambattista Vico
  • Scopri l’amore e fallo conoscere al mondo. Gandhi
  • Prendi la direzione opposta all’abitudine e quasi sempre farai bene. Jean Jacques Rousseau
read more

Vizi e virtu in frasi e aforismi di grandi filosofi

La virtù è esaltata, ma noiosa. Il vizio deprecato, ma affascinante. Come l’amore e la gelosia non si sa dove finisce l’uno e comincia l’altra. Questo dualismo è rappresentato con amarezza, ironia e arguzia in frasi e aforismi attribuiti a grandi filosofi.

  • La natura dei popoli è prima cruda, poi severa, quindi benigna, appresso delicata, finalmente dissoluta. Giambattista Vico
  • Non attribuiamo particolare valore al possesso di una virtù, finché non ne notiamo la totale mancanza nel nostro avversario. Friedrich Nietzsche
  • Non c’è virtù così grande che possa essere al sicuro dalla tentazione. Immanuel Kant
  • Quando la virtù ha dormito, si alza più fresca. Friedrich Nietzsche
  • Non mascherare i tuoi difetti con le virtù acquisite. Preferisco i difetti: sono simili ai miei. Kahlil Gibran
  • Ciò che misura la virtù di un uomo non sono gli sforzi, ma la normalità. Blaise Pascal
  • Di tutto conosciamo il prezzo, di niente il valore. Friedrich Nietzsche
  • Il valore di un uomo si misura dalle poche cose che crea, non dai molti beni che accumula. Kahlil Gibran
  • Nessun vincitore crede al caso. Friedrich Nietzsche
read more
Pagina » 1


Cerca tra altri post


phpJobScheduler