Frasi

libertà

Niccolò Copernico, il rivoluzionario riservato

Il polacco Niccolò Copernico, genio discreto e amante della vita tranquilla, si guardò bene dal pubblicare la sua teoria eliocentrica, che stravolse non solo l’astronomia ma soprattutto la cultura occidentale.

La sua teoria, che pone il Sole al centro del sistema di orbite dei pianeti componenti il sistema solare, riprende quella greca di Aristarco di Samo dell’eliocentrismo, la teoria opposta al geocentrismo, che voleva invece la Terra al centro del sistema. Quindi l’idea non è sua, ma è sua la rigorosa dimostrazione tramite procedimenti matematici, con i quali è riuscito a mettere un pò d’ordine nel cosmo, parola di origine greca che vuol dire appunto ordinamento. Fa sorridere la discrezione del genio polacco, che fece di tutto per mantenere nascoste al mondo le sue scoperte rivoluzionarie, successivamente divulgate dai suoi discepoli.

L’espressione “rivoluzione copernicana” viene applicata a diversi ambiti della conoscenza per intendere un radicale cambiamento di prospettiva. Una rivoluzione, appunto.

Cento anni dopo Galileo Galilei per salvare la pelle fu costretto a rinnegare le stesse teorie a prova del fatto che togliere l’uomo (in particolare i teologi della Chiesa) dal centro dell’universo fu impresa lunga, ardua e dolorosa.

Dopo vari secoli Giovanni Paolo II ha abbozzato delle doverose scuse.
« L’errore dei teologi del tempo, nel sostenere la centralità della terra, fu quello di pensare che la nostra conoscenza della struttura del mondo fisico fosse, in certo qual modo, imposta dal senso letterale della S. Scrittura. »

Oggi la nostra conoscenza dell’universo, rispetto ad allora mette i brividi. Sappiamo dell’esistenza di galassie composte da centinaia di miliardi di stelle che vagano nell’universo secondo moti che ci lasciano attoniti. Non possiamo affermare di conoscere i misteri dell’universo, anzi, come accade di norma, sapendone di più ci sentiamo più ignoranti.

La teoria eliocentrica dimostrata con rigore matematico da Copernico mantiene ancora oggi un grande fascino perché rappresenta una straordinaria vittoria della ragione e della libertà di pensiero sull’oscurantismo ecclesiastico.

Le sette tesi di Copernico sono le seguenti:

– Non vi è un unico punto centro delle orbite celesti e delle sfere celesti;

– Il centro della Terra non è il centro dell’Universo, ma solo il centro della massa terrestre e della sfera lunare;

– Tutte le sfere ruotano attorno al Sole, che quindi è in mezzo a tutte, e il centro dell’Universo si trova vicino a esso;

– Il rapporto della distanza tra il Sole e la Terra con l’altezza del firmamento, è tanto più piccolo di quello tra il raggio della Terra e la distanza di questa dal Sole, che, nei confronti dell’altezza del firmamento, tale distanza è impercettibile. (Non viene quindi percepito alcun movimento apparente nelle stelle fisse);

– Qualsiasi movimento appaia nel firmamento non appartiene a esso, ma alla Terra. Pertanto la Terra, con gli elementi contigui, compie in un giorno un intero giro attorno ai suoi poli fissi, mentre il firmamento resta immobile, inalterato con l’ultimo cielo.

– Qualunque movimento ci appaia del Sole, non appartiene a esso, ma dipende dalla Terra e dalla nostra sfera, insieme alla quale noi ruotiamo intorno al Sole come qualsiasi altro pianeta, e così la Terra compie più movimenti.;

– Per i pianeti appare un moto retrogrado e un moto diretto; ciò in realtà non dipende da loro, ma dalla Terra; pertanto, il moto di questa sola basta a spiegare tante irregolarità celesti.

read more

Politica e libertà nel pensiero di Luigi Einaudi

Luigi Einaudi è stato il primo Presidente della Repubblica italiana (Enrico De Nicola lo aveva preceduto come Presidente provvisorio). Piemontese, fu docente di Scienza delle finanze presso l’Università Bocconi di Milano. Senza scivolare in facili demagogie egli sosteneva che la libertà economica è la condizione necessaria della libertà politica.

In altre parole il bisogno asservisce e costringe l’uomo alla subordinazione. La si potrebbe dire una ovvietà. Sul piano etico tutto sta nello stabilire cosa sia il bisogno. Einaudi pensava che andasse misurato dalla disponibilità o meno del minimo necessario alla sopravvivenza.

La libertà doveva iniziare con un tetto sulla testa ed un pezzo di pane con cui sfamarsi. Nè al tempo di Einaudi nè oggi ciò è universalmente condiviso. Il soddisfacimento del bisogno si fa iniziare molto oltre con pregiudizio per la morale pubblica e privata.

read more

Frasi e aforismi sulla volontà

Basta volere per potere?

Vittorio Alfieri a cu è attribuita la frase “volli, sempre volli, fortissimamente volli”, consapevole che le lusinghe ad allontarci dal fare il nostro dovere sono insidiose come le sirene di Ulisse, decise di farsi legare alla sedia per non correre a giocare con i suoi coetanei.

Le tentazioni ad interrompere un’attività in corso per dedicarsi ad altro di più piacevole sono sempre immanenti.

Le frasi che vi proponiamo guardano a tanti aspetti del tema.

  • Continua ciò che hai cominciato e forse arriverai alla cima, o almeno arriverai in alto ad un punto che tu solo comprenderai non essere la cima. Seneca
  • Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza.
    Johann Wolfgang von Goethe
  • Nessuno ha mai commesso un errore più grande di colui che non ha fatto niente perché poteva fare troppo poco. Edmund Burke
  • Mai ti è dato un desiderio senza che ti sia dato anche il potere di realizzarlo. Richard Bach
  • Non facciamo quello che vogliamo e tuttavia siamo responsabili di quel che siamo. Jean Paul Sartre
  • Nulla fa chi troppe cose pensa. Torquato Tasso
  • La scienza non fa veri progressi se non quando una verità nuova trova un ambiente pronto ad accoglierla. Pëtr Kropotkin
  • Esitare va benissimo, se poi fai quello che devi fare. Bertolt Brecht
  • Tutti i nodi vengono al pettine: quando c’è il pettine. Leonardo Sciascia
  • Si dice che il desiderio è il prodotto della volontà, ma in realtà è vero il contrario: la volontà è il prodotto del desiderio. Denis Diderot
  • Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo. Lao Tzu
  • Faccio sempre ciò che non so fare, per imparare come va fatto. Vincent Van Gogh
  • L’artista è niente senza il dono, e il dono è niente senza il lavoro. Émile Zola
  • Non sia di altri chi può esser di sé stesso. Paracelso
  • L’arte è una farfalla senza eredi e capricciosa, si posa dove e quando vuole lei. Goffredo Parise
  • Sono conscio dello stato della mia ignoranza e pronto a imparare da chiunque, indipendentemente dalla sua qualifica. Isaac Asimov
  • La libertà basta volerla. Marguerite Yourcenar
read more

Frasi e aforismi sul denaro e la ricchezza

La ricchezza non basta mai

James Baldwin, scrittore statunitense, scriveva: “Il denaro è come il sesso: se non l’hai non pensi ad altro. Se lo hai pensi ad altro”.

Questa riflessione vale anche per altre passioni. E’ nella natura umana volere ciò che non si ha, per non volerlo più quando lo si ottiene.

Definire la ricchezza è arduo perchè i suoi significati, segnatamente per la ricchezza involvono anche la sfera del non materiale.

Vediamone alcune definizioni.

  • L’aforisma è una sorta di gemma, tanto più preziosa quanto più rara, e godibile solo in dosi minime. Hermann Hesse
  • E’ ricco chi desidera soltanto ciò che gli fa veramente piacere. Alphonse Karr
  • Il denaro non può comprare degli amici, ma può procurarti una classe migliore di nemici. Spike Milligan
  • Il sesso è come il denaro; solamente quando è troppo è abbastanza. John Updike
  • Ci sono due casi in cui l’uomo non deve speculare in borsa: quando non ha soldi e quando i soldi ce li ha. Mark Twain
  • Sono avaro di quella libertà che sparisce non appena comincia l’eccesso dei beni. Albert Camus
  • Arricchiamoci delle nostre reciproche differenze. Paul Valéry
  • Nessun uomo è abbastanza ricco da poter riscattare il proprio passato. Oscar Wilde
  • Cercava la rivoluzione e trovò l’agiatezza. Leo Longanesi
  • Sono i soldi che fanno venire delle idee. Federico Fellini
read more

La religione e gli dei nei proverbi e per gli autori dell'età classica frasi famose

Spiegare l’inspiegabile

Non vi è dubbio che questa è una delle motivazioni principali da cui nasce la produzione di un soggetto o più soggetti che possano arrivare dove all’uomo non è consentito.

Giove è colui che lancia tuoni e fulmini, Nettuno regola la furia dei mari, Eolo quella dei venti e così via. Ma gli dei influenzano anche i rapporti umani come possiamo leggere in queste frasi di autori dell’età greco romana e in proverbi prevalentemente orientali.

  • Se gli dèi esaudissero le preghiere degli uomini, l’umanità verrebbe dissolta a causa di tutti i mali che gli uomini si invocano l’un l’altro. Epicureo
  • La purezza nella vita è la libertà dal peccato. Orazio Flacco
  • In realtà, quei tormenti che si attribuiscono al più oscuro inferno, sono tutti qui nella vita. Lucrezio
  • Dio è la speranza del forte, e non la scusa del vile. Plutarco
  • Un pettegolezzo calunnioso non svanisce mai del tutto, se molti lo ripetono: anche la calunnia è una specie di divinità. Esopo
  • L’esito delle azioni umane dipende dagli dei; la scelta dell’azione rivela l’animo dell’uomo. Demostene
  • Le masse popolari sono incoerenti, piene di riottosi desideri, passionali e imprevigenti delle conseguenze; devono essere riempite di paura per tenerle a bada. Per questo gli antichi ben fecero ad inventare gli dei e l’idea della punizione dopo la morte. Polibio
  • L’inferno, inutile ai savi, è necessario all’insensata plebe. Polibio
  • Dio dorme nella pietra, sogna nel fiore, si desta nell’animale, e sa di essere desto nell’uomo. Proverbio Asiatico
  • Un frate sfratato non dice mai bene del suo convento. Proverbio Popolare
  • Dio non poteva essere ovunque, perciò ha creato le madri. Proverbio Ebraico
  • Colui che nasce non protetto dagli déi, anche se cadrà all’indietro si romperà il naso. Proverbio Cinese
  • Dio ci ha dato due orecchie ed una sola bocca per ascoltare almeno il doppio di quanto diciamo. Proverbio Cinese
  • Affida il tuo cammello alla provvidenza di Dio, ma legalo prima ad un albero. Proverbio Arabo
read more

Frasi, metafore e aforismi sul potere da Plutarco ad Al Capone

La forza attrattiva del potere

Esiste un modo di dire secondo il quale “comandare è meglio che fottere”. C’è anche qualcuno che non la pensa così, ma i coloro che la pensano così sono davvero tanti.
Nell’essere umano, la spinta ad esercitare il potere è talmente forte che molti ricercano lo spazio, anche microscopico, nel quale potere essere a torto o a ragione, monarchi assoluti: dall’usciere di un uffico pubblico, al capo di un condominio fino al presidente di un consiglio di ministri. Dallo storico greco Plutarco fino al gangster americano Al Capone lo dicono così.

  • Nulla rivela meglio il carattere di un uomo quanto il suo modo di comportarsi quando detiene un potere sugli altri. Plutarco
  • Quando i potenti litigano ai poveri toccano solo dei guai. Fedro
  • Si può ragionevolmente ritenere che chi pensa che il denaro possa tutto, sia egli stesso disposto a tutto per il denaro. Benjamin Franklin
  • La sicurezza del potere si fonda sull’insicurezza dei cittadini. L. Sciascia
  • Lo schiavo, nell’attimo in cui respinge l’ordine umiliante del suo superiore, respinge insieme la sua stessa condizione di schiavo. Albert Camus
  • Nel nostro tempo, le principali via sociali in fuga sono la sottomissione a un capo, come è accaduto nei paesi fascisti, e il conformismo ossessivo, che prevale nella nostra democrazia. E. Fromm
  • La storia delle donne è la storia della peggiore tirannia che il mondo abbia mai conosciuto: la tirannia del debole sul forte. E’ l’unica tirannia che duri. Oscar Wilde
  • E’ indiscutibile, per quanto misterioso, che la persona che concede un favore risulta in qualche modo superiore a quella che lo riceve. Jorge Luis Borges
  • L’artista è l’ultimo a farsi illusioni a proposito della sua influenza sul destino degli uomini. Thomas Mann
  • Qualunque cosa sogni d’intraprendere, cominciala. L’audacia ha del genio, del potere, della magia. Johann Wolfgang von Goethe
  • Le rivoluzioni sono figlie di idee e di sentimenti prima che di interessi. Luigi Sturzo
  • Chi disputa allegando l’autorità, non adopra l’ingegno, ma piuttosto la memoria. Leonardo da Vinci
  • A furia di leccare, qualcosa sulla lingua rimane sempre. Ennio Flaiano
  • Se tutto deve rimanere com’è, è necessario che tutto cambi. Giuseppe Tomasi di Lampedusa
  • Quando i molti governano, pensano solo a contentar sé stessi, e si ha allora la tirannia più balorda e più odiosa: la tirannia mascherata da libertà. Luigi Pirandello
  • Dio è l’unico essere che, per regnare, non ha nemmeno bisogno di esistere. Charles Baudelaire
  • Crede che quei banchieri siano in prigione? Nossignore. Sono fra i cittadini più stimati della Florida. Sono feccia, almeno quanto i politici disonesti! Creda, io ne so qualcosa. E’ da tempo che mangiano e si vestono con i miei soldi. Finché non sono entrato nel racket non sapevo quanti imbroglioni indossano abiti costosi e parlano con accento da signori. Al Capone
  • “Corruzione” è lo slogan della vita americana oggi. E’ la legge, quando non si rispetta altra legge. Sta minando il paese. In tutte le città, i legislatori onesti si contano sulle dita delle mani. Quelli di Chicago, poi sulle dita di una mano sola! La virtù, l’onore, la verità e la legge sono scomparsi. Siamo tutti imbroglioni. Ci piace “farla franca”. E se non riusciamo a guadagnare il pane in modo onesto, lo facciamo in un altro modo. Al Capone
read more

I politici e la libertà in frasi e aforismi di grandi statisti

Politici e statisti, due razze diverse

Alcide De Gasperi diceva che i politici sono coloro che agiscono pensando alle prossime elezioni, gli statisti coloro che agiscono pensando alle prossime generazioni. Deduciamo che i politici sono un’infinità, gli statisti si contano in poche decine dall’origine della storia dell’umanità. Gli aforismi sulla libertà riferiti in quest’articolo sono di uomini che riteniamo d potere qualificare statisti. Anche De Gasperi è stato uno statista, pur se di lui non abbiamo trovato alcuna frase attinente al tema della libertà.

  • Se una libera società non può aiutare i molti che sono poveri, non dovrebbe salvare i pochi che sono ricchi. John Fitzgerald Kennedy
  • La vera libertà individuale non può esistere senza sicurezza economica ed indipendenza. La gente affamata e senza lavoro è la pasta di cui sono fatte le dittature. Franklin Delano Roosevelt
  • La libertà quando comincia a mettere radici è una pianta di rapida crescita. George Washington
  • La base del nostro sistema politico è il diritto della gente di fare e di cambiare la costituzione del loro governo. George Washington
  • La libertà è come l’aria: si vive nell’aria; se l’aria è viziata, si soffre; se l’aria è insufficiente, si soffoca; se l’aria manca si muore. Luigi Sturzo
  • Chi vive nella libertà ha un buon motivo per vivere, combattere e morire. Winston Spencer Churchill
  • Non c’è vocabolo di cui non si sia oggi fatto così largo abuso come di questa parola: libertà. Non mi fido di questo vocabolo, per la ragione che nessuno vuole la libertà per tutti; ciascuno la vuole per sé. Otto von Bismarck
read more

La libertà secondo Gerge Bernard Shaw, Goethe, Oscar Wilde e altri scrittori celebri

La libertà è uno stato d’animo

Leggendo gli aforismi sulla libertà di questi scrittori anglosassoni si ricava tra l’altro la convinzione che la libertà è in primo luogo qualcosa che è dentro di noi o non è. La libertà non ci è concessa da altri, nè si può acquistare al mercato.

  • La libertà significa Responsabilità: ecco perché molti la temono. George Bernard Shaw
  • Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. Johann Wolfgang von Goethe
  • Ho cercato la libertà, più che la potenza, e questa solo perché, in parte, assecondava la prima. Marguerite Yourcenar
  • La libertà non è una cosa che si possa dare; la libertà uno se la prende, e ciascuno è libero quanto vuole esserlo. James Baldwin
  • L’unico modo per liberarsi da una tentazione è cedervi. Oscar Wilde
  • Sono avaro di quella libertà che sparisce non appena comincia l’eccesso dei beni. Albert Camus
  • La vera libertà di stampa è dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire. George Orwell
  • L’anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci, soprattutto perché provi un senso di benessere quando gli sei vicino. Charles Bukowski
  • Ciascuno di noi è, in verità, un’immagine del grande gabbiano, un’infinita idea di libertà, senza limiti. Richard Bach
  • Il primo respiro dell’adulterio è il più libero; dopo, si sviluppano delle costrizioni che scimmiottano il matrimonio. John Updike
  • Non fuggire in cerca di libertà quando la tua più grande prigione è dentro di te. Jim Morrison
  • Il braccio di un angelo non potrà strapparmi alla tomba, ma legioni d’angeli non potranno confinarmici. Edward Young
  • Soltanto colui che nulla si aspetta è veramente libero. Edward Young
  • Fu un grande peccato, quello di chi inventò la coscienza. Perdiamola per qualche ora. Francis Scott Fitzgerald
  • La libertà basta volerla. Marguerite Yourcenar
  • Nessuno può essere libero se costretto ad essere simile agli altri. Oscar Wilde
read more

La libertà in frasi e aforismi di scienziati e filosofi

Quali confini alla libertà

Le esigenze poste dalla convivenza fanno escludere che la libertà possa essere sottratta a qualsiasi vincolo. Tutti, o quasi, conveniamo che la mancanza di limiti produrrebbe l’anarchia e fatalmente la tirannia dei più forti sui più deboli. L’equilibrio tra i poteri che regola la vita di uno stato democratico e che spesso è mal tollerato da alcuni governanti serve proprio a questo. Ognuno deve avere sempre qualcuno a cui rispondere, dalla massima autorità dello Stato, via, via a scendere. La definizione di questi confini è la materia prima del dibattito democratico. Per approfondire prendete spunto anche dagli aforismi che vi proponiamo.

  • Quello che davvero mi interessa è se Dio, quando creò il mondo, aveva scelta. Albert Einstein
  • L’uomo è nato libero, e dappertutto è in catene. Jean Jacques Rousseau
  • Non vale la pena avere la libertà se questo non implica avere la libertà di sbagliare. Gandhi
  • La speranza è un seccatore indiscreto di cui non ci si può liberare. Sören Kierkegaard
  • L’oblio è una forma di libertà. Kahlil Gibran
  • Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere. Voltaire
  • L’uomo non fa quasi mai uso delle libertà che ha, come per esempio della libertà di pensiero; pretende invece come compenso la libertà di parola. Sören Kierkegaard
  • Possiamo essere liberi solo se tutti lo sono. Georg Hegel
  • Amo la libertà della stampa più in considerazione dei mali che previene che per il bene che essa fa. Charles-Alexis de Tocqueville
read more

La libertà in frasi di autori italiani da Dante Alighieri in poi

Gli italiani e la libertà

Dalla forma poetica di Dante all’austero rigore di Giuseppe Mazzini fino alla metafora di Pirandello, la libertà è rappresentata come un valore assoluto per il quale si può anche sacrificare la vita.

  • Libertà vo cercando, ch’è sì cara, come sa chi per lei vita rifiuta. Dante Alighieri
  • Voi dovete avere la libertà in tutto ciò ch’è indispensabile ad alimentare, moralmente e materialmente, la vita. Giuseppe Mazzini
  • Il solo fondamento della verità è la possibilità di negarla. Luigi Einuadi
  • La civiltà è avere tutto quello che vuoi quando non ti serve. Totò
  • Quando i molti governano, pensano solo a contentar sé stessi, e si ha allora la tirannia più balorda e più odiosa: la tirannia mascherata da libertà. Luigi Pirandello
  • Giustizia non esiste là dove non vi è libertà. Luigi Einaudi
  • La libertà economica è la condizione necessaria della libertà politica. Luigi Einaudi
  • Ogni cosa ha il suo prezzo, ma nessuno saprà quanto costa la mia libertà. Edoardo Bennato
  • Non è la libertà che manca. Mancano gli uomini liberi. Leo Longanesi
  • Le bastiglie le abbattono i popoli: i governi le costruiscono e le mantengono. Carlo Cafiero
  • Dio vi ha dato il pensiero: nessuno ha il diritto di vincolarlo o di sopprimerne l’espressione. Giuseppe Mazzini
  • La libertà personale, libertà di locomozione; libertà di credenza religiosa; libertà di opinioni su tutte le cose; libertà di esprimere con la stampa o in altro modo pacifico il vostro pensiero; libertà di associazione per farlo fecondare col contatto nel pensiero altrui… son tutte cose che nessuno può togliervi, salvo alcune rare eccezioni, senza grave ingiustizia. Giuseppe Mazzini
read more

La libertà secondo Marx, Guevara, Luther King, Malcolm X

La vita per la libertà

In modi l’uno diverso dall’altro Karl Marx, Che Guevara, Martin Luther Kung e Malcolm X hanno votato la loro vita per l’affermazione dei diritti dei più deboli. Marx fu un filosofo, ma gli altri sopratutto Che Guevara lottarono per la libertà mettendo a rischio ogni giorno la loro vita. E tutti la persero in modo tragico. La forza dei loro sentimenti è sintetizzata nei pensieri riportati di seguito.

  • Di fatto, il regno della libertà comincia soltanto là dove cessa il lavoro determinato dalla necessità e dalla finalità esterna; si trova quindi per sua natura oltre la sfera della produzione materiale vera e propria.[…] La libertà in questo campo può consistere soltanto in ciò che l’uomo socializzato, cioé i produttori associati, regolano razionalmente questo loro ricambio organico con la natura, lo portano sotto il loro comune controllo, invece di essere da esso dominati come da una forza cieca; che essi eseguono il loro compito con minore possibile impiego di energia e nelle condizioni più adeguate alla loro natura umana e più degne di essa. Ma questo rimane sempre il regno della necessità Al di là di esso comincia lo sviluppo delle capacità umane, che è fine a se stesso, il vero regno della libertà che tuttavia può fiorire soltanto sulle basi di quel regno della necessità. Karl Marx
  • Non sono un Libertador. I Libertadores non esistono. Sono i popoli che si liberano da sé. Ernesto Che Guevara
  • Credo nella lotta armata come unica soluzione per i popoli che lottano per liberarsi. Ernesto Che Guevara
  • Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta! Ernesto Che Guevara
  • La mia libertà finisce dove comincia la vostra. Martin Luther King
  • Non si può separare la pace dalla libertà perché nessuno può essere in pace senza avere la libertà. Malcolm X
  • Bisogna pagare qualunque prezzo per il diritto di mantenere alta la nostra bandiera. Ernesto Che Guevara
  • Fino a quando il colore della pelle non sarà considerato come il colore degli occhi noi continueremo a lottare. Ernesto Che Guevara
read more

Il "bene" secondo Pascal, Voltaire ed altri filosofi e scienziati

Alla ricerca del bene e del male

La ricerca del compromesso o di un punto di equilibrio tra il comportamento che suggerirebbe l’istinto e i limiti posti dalla necessità della convivenza ha impegnato e impegna tuttora la speculazione filosofica. Ne possiamo leggere alcuni esempi nelle frasi e aforismi attribuiti a filosofi e scienziati moderni.

  • L’uomo non è né angelo né bestia, e disgrazia vuole che chi vorrebbe far l’angelo fa la bestia. Blaise Pascal
  • Il bello è il simbolo del bene morale. Immanuel Kant
  • Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto. Voltaire
  • Tutto ciò che è fatto per amore è sempre al di là del bene e del male. Friedrich Nietzsche
  • Una cosa buona non ci piace, se non ne siamo all’altezza. Friedrich Nietzsche
  • La beatitudine è un augurio che si dà a chi lo vuole ricevere. Sören Kierkegaard
  • Amo la libertà della stampa più in considerazione dei mali che previene che per il bene che essa fa. Charles-Alexis de Tocqueville
  • Un uomo benevolo dovrebbe permettersi qualche difetto, per non far fare brutta figura ai propri amici. Benjamin Franklin
  • Non c’è mai stata una guerra buona o una pace cattiva. Benjamin Franklin
  • La natura dei popoli è prima cruda, poi severa, quindi benigna, appresso delicata, finalmente dissoluta. Giambattista Vico
  • Scopri l’amore e fallo conoscere al mondo. Gandhi
  • Prendi la direzione opposta all’abitudine e quasi sempre farai bene. Jean Jacques Rousseau
read more

Frasi e aforismi sul matrimonio di autori celebri

Tutti dicono: non lo rifarei mai più!

Il tempo sta usurando l’istituto del matrimonio? Sembra proprio di si. Il matrimonio impone limitazioni della libertà personale che si è sempre meno disposti ad accettare, con l’ulteriore complicazione che i tempi moderni, mentre hanno ridefinito i ruoli dell’uomo e della donna non hanno visto modificare la loro indole. Gli opposti, che quando sono separati si attraggono, non appena si avvicinano troppo tendono a respingersi. Il quotidiano e la routine annoiano e questa noia non piace. Intercettando tutte quante queste caratteristiche, da Socrate in poi è stato un fiorire di frasi e pensieri che le hanno rappresentate quasi sempre con garbata ironia. Ve ne offriamo un campionario.

  • Nessuna donna farebbe un matrimonio d’interesse: prima di sposare un miliardario, se ne innamora! Cesare Pavese
  • Se Laura fosse stata la moglie di Petrarca, pensate che lui le avrebbe dedicato sonetti tutta la vita? George Byron
  • Se i coniugi non vivessero insieme, i buoni matrimoni sarebbero più frequenti. Friedrich Nietzsche
  • Non sappiamo cosa fanno uomini e donne in paradiso. Sappiamo soltanto che non si sposano. Jonathan Swift
  • Il legame del matrimonio è così pesante che si deve essere in due per portarlo, spesso in tre. Alexandre Dumas padre
  • Se avete paura della solitudine, non sposatevi. Anton Cechov
  • Spòsati: se trovi una buona moglie sarai felice; se ne trovi una cattiva, diventerai filosofo. Socrate
  • Il matrimonio è un innesto: o attecchisce o no. Victor Hugo
  • Le seconde nozze sono soltanto una mediocre ristampa, una mediocre seconda edizione. Sören Kierkegaard
  • La parola più ragionevole che sia stata detta sul celibato e sul matrimonio è questa: qualunque cosa farai, te ne pentirai. Nicolas de Chamfort
  • Per un uomo vecchio una sposa giovane non è una moglie, ma una padrona. Euripide
  • La più grande unità sociale del Paese è la famiglia. O due famiglie: quella regolare e quella irregolare. Federico Fellini
  • Se non vuoi essere la moglie di tua moglie, non sposare una donna ricca. Marziale
  • Suocera e nuora nella stessa casa sono come due mule selvatiche nella stessa stalla. Giovanni Verga
  • Se ti portano via la moglie la miglior vendetta è lasciargliela. Sacha Guitry
  • Il matrimonio è come una trappola per topi; quelli che son dentro vorrebbero uscirne, e gli altri ci girano intorno per entrarvi. Giovanni Verga
  • Sposarsi o non sposarsi non è importante. In ogni caso ti pentirai. Socrate
  • Le donne vogliono un marito che sia un genio. Quando si sposano, vogliono che sia un babbeo. Achille Campanile
  • La moglie è spesso il punto debole del marito. James Joyce
  • Il matrimonio è il prezzo che gli uomini pagano per il sesso; il sesso è il prezzo che le donne pagano per il matrimonio. Anonimo
read more

Frasi e aforismi di Orazio

Orazio. Raccolta di frasi e aforismi

Quinto Orazio Flacco, in latino Quintus Horatius Flaccus  nacque a Venosa l’8 dicembre del 65 a.C. e morì a Roma il 27 novembre dell’8 a.C.). E’ stato un poeta latino, maestro di eleganza stilistica, dotato di inusuale ironia che seppe affrontare le vicissitudini politiche e civili del suo tempo da placido epicureo amante dei piaceri della vita, dettando quelli che per molti sono ancora i canoni dell’ars vivendi.

Per approfondire sulla vita e le opere di Orazio Clicca qui

Alcune sue frasi celebri

  • Pensa che ogni giorno può essere il tuo ultimo.
  • Potrai cancellare quello che non hai fatto manifesto: ma la parola detta non ritorna.
  • Diventa affar tuo, quando la parete del vicino va a fuoco.
  • Pittori e poeti hanno sempre goduto di un’eguale libertà di tutto osare.
  • Ho eretto un monumento più duraturo del bronzo.

read more

Aforismi di Friedrich Schiller

Il medico poeta

Johann Christoph Friedrich von Schiller, poeta, drammaturgo e storico tedesco, nasce a Marbach am Neckar il 10 novembre 1759 e muore a Weimar il 9 maggio 1805. Seguì le orme paterne studiando medicina ottenendo nel 1780 perfino l’incarico di medico del reggimento a Stoccarda. Durante gli studi lesse Rousseau e Goethe e discusse gli ideali classici insieme ai compagni di corso.

In quegli anni scrisse anche la sua prima opera teatrale I Masnadieri. Molti dei capolavori di Schiller sono stati musicati dopo la sua morte. Il coro dell’Inno alla gioia di Beethoven è ripreso da alcune strofe dell’Ode An die Freude (Alla Gioia) di Schiller. Giuseppe Verdi musicò La Pulzella d’Orleans (Giovanna d’Arco), I Masnadieri, Intrigo e Amore (Luisa Miller) e il Don Carlos.

Per approfondire biografia e opere di Shiller Clicca qui.

Negli aforismi che abbiamo riportato si ritrovano i suoi ideali aristocratici nonché il culto della libertà, della giustizia, del bello e del buono.

  • Contro la stupidità gli stessi dei lottano invano.
  • Una montagna non può spaventare chi vi è nato.
  • La virtù di un uomo si prova soltanto nell’ora del pericolo.
  • La voce della maggioranza non è garanzia di giustizia.
  • Uno scherzo perde in efficacia quando chi lo fa è anche il primo a ridere.
  • Il forte è potentissimo quand’è solo.
  • Un sorriso non dura che un istante, ma nel ricordo può essere eterno.
  • L’artista è figlio del suo tempo, ma guai a lui se ne è anche il discepolo o peggio ancora il favorito.
  • Ciò che uno rifiuta in un minuto non glielo restituisce l’eternità.
  • È la volontà che fa l’uomo grande o piccolo.
  • Le grandi anime soffrono in silenzio.
read more
Pagina » 12


Cerca tra altri post


phpJobScheduler