Frasi

madre

Frasi e aforismi su amore e amanti di Gustave Flaubert

L’avvenire ci tormenta, il passato ci trattiene, il presente ci sfugge

Scrittore dell’ottocento, è considerato il padre del realismo francese. Nasce a Rouen. Il padre è un chirurgo, la madre proviene da una famiglia di stimati mgistrati. Inizia a scrivere quando ancora è studente. Il suo capolavoro è Madame Bovary nel quale è raccontata l’insoddisfazione della giovane moglie di un medico di provincia che sogna una vita diversa affascinante e capace di appagarla sul piano dei sentimenti; la sua meta sognata è Parigi, mentre il disgusto per il marito goffo, rozzo e dalla “conversazione piatta come un marciapiede” la travolge.

Le frasi sull’amore, tratte dalle sue opere, lo connotano in tutto figlio dell’ottocento romantico.

    • Lascia che ti ami a modo mio, secondo il mio essere, coi segni originali che conosci. Non forzarmi mai, farò tutto.

  • Vorrei qualcosa che non avesse bisogno di espressione e di forma, qualcosa di puro come un profumo, di forte come la pietra, di innafferrabile come un canto, qualcosa che fosse un tempo tutto questo e niente di tutte queste cose…
  • L’amore, riteneva, doveva arrivare di colpo, con schianti e folgorazioni, uragano celeste che si abbatte sulla vita, la sconvolge, ghermisce le volontà come foglie e precipita il cuore negli abissi. Non sapeva che sulle terrazze delle case la pioggia produce allagamenti quando le grondaie sono intasate, e avrebbe continuato a sentirsi al sicuro se all’improvviso non avesse scoperto una crepa nel muro.
  • L’amore è una pianta di primavera che profuma ogni cosa con la sua speranza, persino le rovine dove si aggrappa.
read more

Frasi sull’entusiasmo da Metastasio ad Einstein

Basta non creare gerarchie

E’ sufficiente che a ciascuna azione che dobbiamo compiere attribuiamo l’importanza che le è dovuta nel contesto in cui essa si colloca, perché abbiamo posato un mattone per costruire un edificio nuovo.

La frittura di un uovo non sia in sè meno rilevante del progetto di un edificio e se l’uovo risulta ben fritto non mostriamo riserve a compiacerci con noi stessi. La soddisfazione per un risultato raggiunto con successo ci motiverà a fare ancora meglio e poi ancora meglio.
E’ quello che leggiamo in forme diverse negli aforismi che seguono.

La meraviglia dell’ignoranza è figlia e madre del sapere. Pietro Metastasio

Senza entusiasmo, non si è mai compiuto niente di grande. Ralph Waldo Emerson

Chi non riesce più a provare stupore e meraviglia è già come morto e i suoi occhi sono incapaci di vedere. Albert Einstein

La dignità dell’artista sta nel suo dovere di tener vivo il senso di meraviglia nel mondo. Gilbert Keith Chesterton

Il brivido di meraviglia è dell’uomo la parte migliore. Johann Wolfgang von Goethe

read more

Frasi sull'ignoranza di Montaigne, Montanelli e altri

Conosci il passato per capire il presente

Insegnavano i romani che “la storia è maestra della vita”.

Conoscere il passato, interpretarlo e trarne insegnamenti è condizione per comprendere i fenomeni del nostro tempo.

Non si può dire che gli uomini abbiano recepito molto questo insegnamento, se è vero che da millenni seguono comportamenti che nel passato hanno già dato esiti nefasti. Uno per tutti, le guerre.

  • C’è un’ignoranza da analfabeti e un’ignoranza da dottori. Michel Eyquem de Montaigne
  • Un popolo che ignora il proprio passato non saprà mai nulla del proprio presente. Indro Montanelli
  • Gli uomini, non avendo nessun rimedio contro la morte, la miseria e l’ignoranza, hanno stabilito, per essere felici, di non pensarci mai. Blaise Pascal
  • La meraviglia dell’ignoranza è figlia e madre del sapere. Pietro Metastasio
  • Di cento malattie, cinquanta sono prodotte per colpa, cinquanta per ignoranza. Paolo Mantegazza
  • Un cretino è un cretino. Due cretini sono due cretini. Diecimila cretini sono un partito politico. Franz Kafka
  • La meraviglia è figlia dell’ignoranza. Giambattista Vico
read more

Violenza, potere e lotta politica

E’ davvero necessaria per prevalere?

Le opinioni non sono concordi.

Basta leggere le frasi scritte di seguito per rendersi conto che vi sono due mondi inconciliabili a confronto.

Piacerebbe stare dalla parte dei non-violenti, ma è realmente possibile?

Gandhi e Stalin non sono stati allattati dalla stessa madre.

  • La politica è guerra senza spargimento di sangue, mentre la guerra è politica con spargimento di sangue. Mao Tse-tung
  • Il potere politico nasce dalla canna del fucile. Mao Tse-tung
  • Il guerrigliero è un riformatore sociale, il quale impugna le armi per rispondere all’irata protesta del popolo contro l’oppressore e lotta per cambiare il regime sociale colpevole di tenere i suoi fratelli inermi nell’ombra e nella miseria. Ernesto Che Guevara
  • La più grande debolezza della violenza è l’essere una spirale discendente che dà vita proprio alle cose che cerca di distruggere. Invece di diminuire il male, lo moltiplica. Martin Luther King
  • Non si può fare una rivoluzione portando i guanti di seta. Stalin
  • La violenza da parte delle masse non eliminerà mai il male. Gandhi
  • Non ho nulla di nuovo da insegnare al mondo. La verità e la non violenza sono antiche come le montagne. Gandhi
  • Con la violenza puoi uccidere colui che odi, ma non uccidi l’odio. La violenza aumenta l’odio e nient’altro. Martin Luther King
read more

Aforismi sull'amore per la mamma e l'amore di una mamma

Mamma e amore, quasi sinonimi

Per Napoleone è la causa prima della fortuna di un figlio. In modi diversi tutti le riconoscono un ruolo insostituibile. Tutti, anche uomini duri, ne parlano con dolcezza e gratitudine.

  • Uscirono per  andare al lavoro, ma prima di girare l’angolo, come di consueto si voltarono perché la mamma stava sempre alla finestra a sorridere a loro ed a salutarle con la mano: Senza questo non potevano cominciare la giornata. Perché di qualunque umore fossero, quest’ultima  visione  del volto materno era per loro come un raggio di sole. Tratto da “Piccole donne” di Maria Luisa Alcott
  • L’avvenire di un bambino è l’opera di sua madre. Napoleone Bonaparte
  • La mia unica consolazione, quando salivo a coricarmi, era  che la mamma sarebbe venuta a darmi un bacio una volta che fossi a letto…… Marcel Proust
  • Esistono mamme che baciano e mamme che sgridano, ma si tratta comunque di amore, e la maggior parte delle mamme bacia e sgrida contemporaneamente. Pearl S.Buck
  • Quanto è bello e, nello stesso tempo quanto è difficile essere madre. Si ha paura di tutto. Anton Cecov
  • La mamma ed io avevamo i nostri miti, i nostri linguaggi segreti, i nostri scherzi rituali…. In pubblico avevamo le nostre intese: bastava un’occhiata! Jean Paul Sartre
  • Mi accorgo che non so esprimere quel che vorrei, ma la parola “mammina” dice tutto. Anna Frank
  • Mio padre mi trattava come se fossi già grande; mia madre si prendeva cura della bambina che ero, trovava naturale che dicessi stupidaggini, si divertiva ai miei giochi, ai miei scarabocchi…… Simone de Beauvoir
  • Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre il perdono. Honorè de Balzac
  • Una buona madre vale cento maestri. Papa Giovanni XXIII
  • Più un figlio è costato lacrime agli occhi della madre, più caro è al suo cuore. Victor Hugo
  • Uno dei miei rammarichi più dolorosi è quello di non poter far felici gli ultimi giorni della mia buona madre, alla quale ho causato tante amarezze con la mia vita avventurosa. Giuseppe Garibaldi
  • Oh l’amore di una madre! Amore che non dimentica nessuno! Pane meraviglioso che un Dio divide e moltiplica! Ciascuno ne ha la sua parte , e tutti l’hanno per intero. Victor Hugo
  • L’agnellino fa una voce quando vuole il latte e la mamma lo intende. Girolamo Savonarola
  • Non scorderò mai mia madre, perché fù lei a piantare e nutrire i primi semi del bene dentro di me. Immanuel Kant
  • Sempre una madre aspetta il ritorno di suo figlio sia se questi se n’è andato in un paese vicino o in uno molto lontano…. Joseph Roth
  • Tu sei lo specchio di tua madre e lei in te rievoca il bell’aprile della sua giovinezza. William Shakespeare
  • E già era venuta mia madre, a cui l’amore dava le forze di seguirmi per terra e per mare. Sant’Agostino
  • Mi strinsi al fianco della mamma…..ed ancora sentii addosso i suoi bei capelli- come l’ala di un angelo-pensavo, e fui davvero felice! Charles Dickens
read more

L'amore di una mamma e per la mamma in proverbi popolari

In qualunque epoca e in ogni continente

I proverbi sono la saggezza dei popoli perché esprimono in modo sintetico sentimenti propri di una collettività. Proverbi e detti popolari sulla mamma ne troviamo riconducibili a tutti i popoli e a tutte le epoche storiche. Ne proponiamo una breve raccolta.

  • Il serpente potrà diventare molto lungo, ma non morderà mai sua madre. Proverbio Ashanti
  • L’amore di una madre non invecchia mai. Proverbio Ungherese
  • Dio non poteva essere dappertutto, allora ha creato la madre. Massima Yiddish
  • C’e luce sotto il sole, c’è calore accanto ad una madre. Proverbio russo
  • La casa sempre fredda quando manca la madre. Detto popolare
  • Il padre ama saggiamente, La madre ama teneramente! Detto popolare
  • All’amore per i figli non c’è amore che somigli. Detto popolare
  • Chi è veramente vicino? La madre e il bambino! Detto indiano.
  • La buona madre non dice: “vuoi tu?”, ma apre l’armadio e dice “prendi su!”. Detto inglese
  • Ciò che tocca il cuore di una madre non arriva al ginocchio del padre! Dettto polacco
  • Una  buona madre vede più con un occhio solo che un padre con dieci. Proverbio antico
  • Tutte le qualità nel mondo non valgono la grandezza del cuore di una madre. Detto popolare
  • Una mamma comprende sempre quello che il suo bimbo non dice! Proverbio ebraico
read more

Il "bene" secondo Socrate e altri poeti e filosofi dell'antichità

Alla perenne ricerca del bene

Il bene e il male sono valori assoluti? L’essere umano cerca e vuole il bene? E’ una domanda antica e irrisolta. Socrate ed altri filosofi e poeti dell’antica Grecia e Roma si esprimevano così.

  • Nulla può far danno a un uomo buono, né in vita né dopo la morte. Socrate
  • C’è un solo bene: il sapere. E un solo male: l’ignoranza. Socrate
  • Nessuno, vedendo il male, lo preferisce, ma ne rimane ingannato, parendogli un bene rispetto al male peggiore. Epicuro
  • E’ bene, nella vita come ad un banchetto, non alzarsi né assetati né ubriachi. Aristotele
  • E’ tutt’altro che facile determinare se la natura si è dimostrata per l’uomo una tenera madre o una spietata matrigna. Plinio il Vecchio
  • Chi vi vuole bene, vi fa paura. Aristofane
  • Amare significa volere per una persona le cose che si ritengono buone, a motivo di lei e non per sé stessi, ed essere pronti a compiere queste cose, secondo le proprie possibilità. Aristotele
  • A ragione definirono il bene: ciò a cui ogni cosa tende. Aristotele
  • In realtà non c’è nessun male che non abbia qualcosa di buono. Plinio il Vecchio
  • Nessuno deve pensare che, nel corso della vita, tutto debba sempre andargli bene, perché la sorte è volubile e dopo un lungo periodo di sereno è inevitabile che venga il brutto tempo. Esopo
  • Vedo ciò che è meglio e lo lodo, ma faccio ciò che è peggio. Ovidio
read more

Frasi d'amore per la mamma di autori celebri

Un sodalizio che non si scioglie mai

Per la festa della mamma si offrono regali e fiori ma è meglio accompagnarli con un poetico omaggio: un bigliettino con frasi carine, affettuose, simpatiche, accattivanti, piene di amore e di rispetto per questa donna che ci ha cresciuti solo come una mamma sa fare.

Molti hanno scritto frasi e poesie per la mamma, e tra questi ci sono molti uomini famosi. Perchè non utilizzare queste parole emozionanti, originali, romantiche, anche celebri per toccare il cuore della propria mamma? Non tutti siamo poeti o scrittori e spesso non sappiamo tradurre in parole i nostri amorosi sentimenti di rispetto, devozione e gratitudine verso chi ci ha concepito e allevato con amore. Spesso sono frasi dolci, romantiche ,commoventi, in rima , in prosa , speciali, qualche volta spiritose e divertenti.

“La mamma è come un albero grande che tutti i suoi frutti ci dà”, questo è l’inizio di una poesia si studiava a scuola quando ero piccola e mai immagine è stata più chiara e presente e nella mia mente: la mamma, come simbolo di donazione di se stessa senza nulla a pretendere.

Ecco alcuni esempi di frasi e brani di poesie dedicate alla Madre

La parola più bella sulle labbra del genere umano è Madre
e la più bella invocazione è Madre Mia!
E’ la fonte dell’amore, della misericordia,
della comprensione,del perdono.
Ogni cosa in natura parla della Madre (Kahlil Gibran)

Non importa quanto si dà
ma quanto amore si mette nel dare. (Madre Teresa di Calcutta)

Come una volta mi darai la mano. (da Madre di Ungaretti)

Quel sorriso mi ha salvato
da pianti e da dolori  (lettera alla Madre di Quasimodo)

Non sempre il tempo la beltà cancella
O la sfioran le lacrime e gli affanni
Mia Madre ha sessant’anni
e più la guardo e più mi sembra bella. ( Se fossi un pittore di Edmono De Amicis)

Mi sembrano i canti di culla
che fanno ch’io torni com’era
sentivo mia Madre… poi nulla
sul far della sera (Giovanni Pascoli)

Il cuore di una madre è un abisso
in fondo al quale
Si trova sempre il perdono. (Balzac)

Le verità che contano, i grandi principi, alla fine,
restano sempre due o tre.
Sono quelli che ti ha insegnato
tua madre da bambino. (Enzo Biagi)

Il bambino chiama la madre e domanda:
Da dove sono venuto? Dove mi hai raccolto?
La mamma ascolta, piange e sorride mentre
stringe al petto il suo bambino.
“Eri un desiderio dentro il cuore” ( Tagore)

Viva la mamma
Affezionata a quella gonna un po’ lunga
Indaffarata sempre e sempre convinta
A volte un po’ severa. ( Viva la Mamma di Bennato)

E tu nel tuo dolor solo e pensoso
Ricercherai la madre, e in queste braccia
nasconderai la faccia;
Nel sen che mai non cangia avrai riposo.( Affetti di una Madre Giuseppe Giusti)

E se l’anima mia fosse dannata,
so chi pregando, allor mi salverebbe
o Madre mia! (O madre mia di Rudyard Kipling)

Non pianger più. Torna il tuo diletto figlio
a la tua casa. E’ stanco di mentire.
Vieni, usciamo. Tempo è di rifiorire. (Consolazione di Gabriele Dannunzio)

read more

Poesia alla mamma di Edmondo de Amicis

Poesia di Edmondo De Amicis “Se fossi pittore” dedicata alla madre. Un linguaggio che ai ragazzi di oggi può sembrare un pò antico. Ma leggete ed osservate quanto amore e devozione in questi versi. Magari potreste dedicarla anche anche alla vostra mamma.

Se fossi pittore

Non sempre il tempo la beltà cancella
O la sfioran le lacrime e gli affanni:
Mia madre ha sessant’anni,
E più la guardo e più mi sembra bella.

Non ha un accenno, un guardo, un riso, un atto
Che non mi tocchi dolcemente il core;
Ah, se fossi pittore,
Farei tutta la vita il suo ritratto!

Vorrei ritrarla quando china il viso
Perch’io le baci la sua treccia bianca,
O quando, inferma e stanca,
Nasconde il suo dolor sotto un sorriso

Pur, se fosse il mio priego in ciel accolto,
Non chiederei di raffael da urbino
Il pennello divino
Per coronar di gloria il suo bel volto;

Vorrei poter cangiar vita con vita,
Darle tutto il vigor degli anni miei,
Veder me vecchio, e lei
Dal sacrificio mio ringiovanita.

Edmondo De Amicis

read more

Frasi e aforismi di Picasso sull'arte

Picasso e l’arte

Pablo Picasso nacque a Malaga in Spagna il 25 ottobre del 1881 e morì a Mougins ultranovantenne l’8 aprile del 1973. Aveva ascendenze in parte italiane in quanto il bisnonno materno era originario del comune ligure di Sori da dove emigrò per stabilirsi a Malaga.

Il padre di Picasso, José Ruiz, era un pittore specializzato nella rappresentazione naturalistica (soprattutto degli uccelli). Il giovane Pablo manifestò sin da piccolo passione e talento per il disegno; secondo la madre la prima parola da lui pronunciata fu “piz”, abbreviazione dello spagnolo lapiz, “matita”. Fu il padre ad impartire a Picasso le basi formali dell’arte figurativa, quali il disegno e la pittura a olio. Picasso non completò i corsi superiori all’Accademia di San Fernando di Madrid, lasciando l’istituto entro il primo anno di studi. Nella pagina di Wikipedia a lui dedicata potete trovare molte notizie sulla sua vita e sulle sue opere. Sull’arte, in particolare sulla pittura, si esprime così.

Un uomo criticò Picasso perché creava arte poco realistica. Picasso gli chiese: “Mi può mostrare dell’arte realistica?” L’uomo gli mostrò la foto della moglie. Picasso osservò: “Quindi sua moglie è alta cinque centimetri, bidimensionale, senza braccia né gambe, e senza colori tranne sfumature di grigio?”

  • Non giudicare sbagliato ciò che non conosci, prendi l’occasione per comprendere.
  • Ho imparato a dipingere come Raffaello; adesso devo imparare a disegnare come un bambino.
  • L’arte è la menzogna che ci permette di conoscere la verità.
  • Dio in realtà non è che un altro artista. Egli ha inventato la giraffa, l’elefante e il gatto. Non ha un vero stile: non fa altro che provare cose diverse.

Per altri aforismi dello stesso autore  Clicca qui


read more

Frasi di Oscar Wilde sulle donne

Frasi di Oscar Wilde sulle donne

La forza delle donne deriva da qualcosa che la psicologia non può spiegare.

Oscar Wilde sa esprimere in modo semplice stati d’animo e sensazioni che agitano da sempre il genere umano. Così rappresnta in modo esemplare quasi iconografico l’amore, l’amicizia, l’odio, la passione.

Nei confronti delle donne verso le quali sembra nutrire grande ammirazioni si esprime con frasi che suonano così.

  • Fornite alle donne occasioni adeguate e le donne potranno fare tutto.
  • Non dovremmo mai credere a una donna che dica la sua vera età. Colei che la rivela è pronta a raccontare tutto.
  • Il mondo è stato fatto per gli uomini, e non per le donne.
  • Non c’è niente al mondo così sconveniente per una donna quanto l’avere una coscienza anticonformista.
  • Le donne non sono mai disarmate dai complimenti, gli uomini lo sono sempre: questa è la differenza tra i due sessi.
  • Le donne che hanno buon senso sono così curiosamente insignificanti…
  • Una madre che non si separi dalla figlia ogni fine stagione non la ama veramente.
  • Il pianto è il rifugio delle donne brutte, ma la rovina di quelle attraenti.
  • Le donne non sanno mai quando si cala il sipario. Vogliono sempre un sesto atto e, proprio quando l’interesse dello spettacolo è svanito del tutto, propongono di continuarlo.
  • La crescente influenza delle donne è l’unica cosa rassicurante nella nostra vita politica.

______________

Potete trovare aforismi di Oscar Wilde anche sui seguenti argomenti:

Amore, Arte, Bellezza, Bugie e inganni, Matrimonio, Peccato, Piacere, Stupidità, Vecchiaia, Vita, Vizi e virtù

read more

L'amore nella poesia di Umberto Saba

L’amore nella poesia di Umberto Saba

Umberto Saba è lo pseudonimo di Umberto Poli, poeta e scrittore italiano nato a Trieste il 9 marzo 1983 e deceduto a Gorizia il 25 agosto 1957.

Umberto Saba nacque da madre ebrea, Felicita Rachele Coen e da Ugo Edoardo Poli, di nobile famiglia veneziana e agente di commercio. Il padre Edoardo si era convertito alla religione ebraica in occasione del matrimonio, avvenuto nel 1882 ma essendo cittadino italiano ed irredentista, le autorità asburgiche lo costrinsero a lasciare la città, abbandonando la moglie incinta. Soffrì la mancanza del padre vivendo un’infanzia malinconica. Venne allevato per tre anni dalla balia slovena Gioseffa Gabrovich Schobar, detta “Peppa” (conosciuta anche come Peppa Sabaz), che avendo perso un figlio, riversò sul piccolo Umberto tutto il suo affetto, affetto che il bambino ricambiò tanto da considerarla, come egli stesso scrisse, «madre di gioia». Per altro su Umberto Saba clicca qui. L’amore di Umberto per la sua città natale fu forte e profondo e lo troviamo espresso in molte sue composizione.

Per leggere poesie di Umberto Saba clicca quiPer frasi e aforismi di altri autori celebri clicca qui.

 

read more

Frasi d'amore e sull'amore di Kahlil Gibran

Frasi d’amore e sull’amore di Kahlil Gibran

Divenuto celebre per la raccolta di scritti riuniti nel volume “Il profeta”, Kahlil Gibran è nato il 6 dicembre 1883 a Bisharri (Libano), da una famiglia piccolo-borghese maronita. I genitori erano cristiani maroniti, cattolici della Palestina settentrionale; crebbe con due sorelle, Mariana e Sultana, e il fratellastro Boutros, nato dal primo matrimonio della madre, rimasta vedova.
Famiglia unita e permeata dal rispetto reciproco, i Gibran si videro costretti ad emigrare per ragioni economiche negli
Stati Uniti. Approdarono così sul suolo americano nel 1895. A dodici anni Kahlil cominciò a frequentare le scuole del posto ed è per questo motivo che il suo nome venne abbreviato in Kahlil Gibran, formula che usò successivamente anche nei suoi scritti in inglese.

Ecco alcune frasi e brevi composizioni sull’amore tratte dalla sua opera Il Profeta.

L’amore non dà nulla fuorché sé stesso, e non coglie nulla se non da sé stesso.

L’amore non possiede, né vorrebbe essere posseduto poiché l’amore basta all’amore.

Se guardi in cielo e fissi una stella, se senti dei brividi sotto la pelle,
non coprirti, non cercare calore, non è freddo ma è solo amore.

Amatevi l’un l’altro, ma non fate dell’amore un’alleanza che vi incateni.
Riempite ciascuno la coppa dell’altro,
ma non bevete solo da una stessa coppa.
Mettetevi fianco a fianco, ma non troppo vicini.
Perche’ la quercia non si rialza all’ombra del cipresso.

Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene.
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l’eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.

Per frasi e aforismi di altri autori celebri Clicca qui

read more

Frasi d'amore di Victor Hugo

Frasi d’amore di Victor Hugo

Victor-Marie Hugo nasce a Besançon il 26 febbraio 1802 e muore a Parigi il 22 maggio 1885). Scrittore, poeta e drammaturgo francese, è considerato il padre del Romanticismo in Francia. Seppe tenersi lontano dai modelli malinconici e solitari che caratterizzavano i poeti del tempo, riuscendo ad accettare le vicissitudini non sempre felici della sua vita per farne esperienza esistenziale e cogliere i valori e le sfumature dell’animo umano.

Dopo la separazione dei genitori la madre si trasferisce a Parigi e lui per volere tra il 1815 e il 1818 frequenta la Scuola Politecnica che lascia ben presto per dedicarsi alla sua passione, la letteratura. A 14 anni aveva scritto sul suo diario:

« Voglio essere Chateaubriand o niente. »

I suoi scritti giunsero a ricoprire tutti i generi letterari, dalla poesia lirica al dramma, dalla satira politica al romanzo storico e sociale, suscitando consensi in tutta Europa.

Per altre informazioni puoi consultare la pagina di Wikipedia Cliccando qui
Ecco alcune sue frasi sull’amore.

  • La suprema felicità della vita è essere amati per quello che si è o, meglio, essere amati a dispetto di quello che si è.
  • Quando due anime infine si sono trovate, si sono scoperte compatibili e complementari, hanno compreso di essere fatte l’una per l’altra, di essere, dunque, simili, si stabilisce tra loro per sempre un legame, ardente e puro, proprio come loro, un legame che inizia sulla terra e continua per sempre nei cieli… E’ questo l’amore che tu ispiri in me…
  • E ora tu appartieni a me! Ti vedo come mia giovane moglie, e poi madre, ma sempre la stessa, dolce e adorata nella castità della vita matrimoniale come nella verginità del nostro primo amore. Dimmi se riesci a comprendere la felicità di un amore immortale, di un’unione eterna!
  • “Felice il cuore innamorato che medita sull’eterno destino e che, come un viaggiatore che parta al primo mattino, si sveglia, con la mente piena di chimere, e inizia sin dall’alba a leggere e a pregare.
    E man mano che legge, la luce lentamente si diffonde nel suo animo come nel firmamento.
    Vede distintamente, in quel lieve chiarore, qualcosa nella sua stanza e qualcosa in se stesso;
    In casa tutto dorme; lui crede di esser solo, eppure con un dito sulle labbra, dietro di lui, mentre l’estasi lo inebria, si chinano gli angeli sul suo libro e sorridono.”
  • Amare è la metà di credere.
  • Una piuma può tornire una pietra se la muove la mano dell’amore.
  • Una donna che ha un amante è un angelo, una donna che ha due amanti è un mostro, una donna che ha tre amanti è una donna.
read more

Frasi sull'amore di Pablo Neruda

Frasi sull’amore di Pablo Neruda

Figlio di un impiegato delle ferrovie e di una insegnante rimase orfano a soli due mesi dalla nascita. Si trasferì con il padre a Temuco dove, dalle nuove nozze del genitore, nove anni dopo nacque il fratellastro Rodolfo. Il giovane Neruda, soprannominato Neftalì dal secondo nome della madre, dimostrò un interesse per la scrittura e la letteratura. Fu avversato dal padre ma incoraggiato dalla futura vincitrice del Premio Nobel Gabriela Mistral  che fu sua insegnante durante il periodo di formazione scolastica. Il suo primo lavoro ufficiale come scrittore fu l’articolo “Entusiasmo y perseverancia”, pubblicato ad appena 13 anni sul giornale locale “La Mañana”. Nel 1920 iniziò ad utilizzare per le sue pubblicazioni lo pseudonimo di Pablo Neruda, con cui è tutt’oggi pressoché esclusivamente conosciuto.

Per altre notizie su Pablo Neruda http://it.wikipedia.org/wiki/Pablo_Neruda

Frasi d’amore tratte dalle sue opere

Amare è così breve, e dimenticare così lungo.

Perchè tu mi oda le mie parole a volte si assottigliano come le orme dei gabbiani sulle spiagge.

Ridere è il linguaggio dell’anima.

Solo chi ama senza speranza conosce il vero amore.

Toglimi il pane, se vuoi, toglimi l’aria, ma non togliermi il tuo sorriso. Non togliermi la rosa, la lancia che sgrani, l’acqua che d’improvviso scoppia nella tua gioia, la repentina onda d’argento che ti nasce. Dura è la mia lotta e torno con gli occhi stanchi, a volte, d’aver visto la terra che non cambia, ma entrando il tuo sorriso sale al cielo cercandomi ed apre per me tutte le porte della vita … (da Il tuo sorriso)

L’età ci copre come una pioggerella, interminabile e arido è il tempo, una penna di sale tocca il tuo volto, una gocciolatura rose il mio vestito: il tempo non distingue tra le mie mani o un volo d’arance tra le tue: punge con neve e con zappa la vita: la vita tua ch’è la vita mia. La vita mia che ti diedi s’empie d’anni, come il volume d’un grappolo… (da L’età ci copre come una pioggerella)

Poveri poeti che la vita e la morte perseguitaron con la stessa cupa tenacia, poi son coperti d’impassibil pompa, abbandonati al rito e al dente funerario…(da Poveri poeti)

…Maledetto : solo l’umano ti perseguiti e dentro l’assoluto fuoco delle cose tu non possa consumarti, tu non possa perderti… (da Il generale Franco all’inferno)

Eppure simile al ricordo della terra, simile al petroso splendore del metallo e del silenzio , popolo, patria e avena, è la tua vittoria. Avanza la tua bandiera sforacchiata, come il tuo petto, sulle cicatrici del tempo e della terra (da La vittoria delle armi del popolo)

… città , città di fuoco resisti finchè un giorno verremo, indios naufraghi, a toccare le tue mura col bacio dei figli che speravano di arrivare. Stalingrado ancora non c’è il secondo Fronte ma tu non cadrai. Anche se dovessi morire non morirai! Poichè gli uomini non hanno più morte e devono continuare a lottare dal punto in cui cadono finchè la vittoria non sia nelle tue mani anche se saranno stanche e onorate, perchè altre mani rosse, se cadranno le vostre, semineranno per il mondo le ossa dei tuoi eroi in modo che il tuo seme copra tutta la terra (da Canto a Stalingrado)

Il mondo è mutato, la mia poesia è mutata. Una goccia di sangue caduta tra questi versi rimarrà viva su di essi, indelebile come l’amore ( dalla prefazione a Le furie e le pene )

Maledetti quelli che un giorno non guardarono; maledetti  quelli che alla solenne patria non offrirono il pane ma le lacrime; maledette uniformi macchiate e sottane di odiosi, sudici cani da covo e sepoltura …   o dura Spagna i tuoi feroci padroni ti costringevano a non seminare, a non far produrre le miniere, a concentrarti sulle tombe. Non costruite scuole, non riempite i granai: pregate bestie pregate perchè un dio dal culo immenso come quello del re vi aspetta: Lassù avrete la vostra minestra. (da La Spagna povera per colpa dei ricchi)

… cuori spezzati, abbiate fede nei vostri morti! Essi non soltanto sono radici sotto le pietre macchiate di sangue, ma le loro bocche mordono ancora esplosivo e vanno all’attacco come oceani di ferro e ancora i loro pugni levati smentiscono la morte. (da Canto alle madri dei miliziani caduti)

Capitano, combattente , là dove una bocca grida libertà, dove un orecchio ascolta,  dove un alloro di liberi sboccia, Bolivar, capitano, si riconosce il tuo viso. (da Un canto per Bolivar ,Simon Bolivar (1783-1830) patriota venezuelano)

Salve guerriglieri di tutte le regioni, toccate, toccate il sangue sotto la terra amata: attaccate gli stessi sinistri nemici, innalzate un’unica bandiera illuminata… (da Canto per la morte e la resurrezione di Luis Companys,(1883-1940) leader della sinistra catalana)

Patria tu nascesti dai taglialegna, dai figli imbattezzati, dai falegnami, da quanti diedero una goccia di sangue alato, e oggi rinascerai aspramente da dove il traditore e il carceriere ti credono per sempre sprofondata. Come allora nascerai dal popolo (da  America insorta )

Di nuovo la persecuzione oggi dilaga in Brasile lo insegue una fredda ingordigia dei mercanti di schiavi: da Wall Street hanno ordinato ai satelliti porcini di conficcare i canini nelle ferite del popolo, ed è cominciata la caccia in tutte le nostre Americhe distrutte da mercanti e carnefici (da Ancora i tiranni)

Portarono qui i fucili carichi e ordinarono la strage spietata: trovarono qui un popolo che cantava, un popolo raccolto per dovere e per amore, e l’esile fanciulla cadde con la sua bandiera, e lo stupore del popolo vide cadere i morti con furia e con dolore. (da I nemici)

La nostra lotta sarà in ogni luogo e nel nostro cuore queste bandiere che furono presenti alla vostra morte che si bagnarono del vostro angue si moltiplicheranno come le foglie dell’infinita primavera (da Sono qui)

…il giorno che in tutto il mondo noi aspettiamo in tanti: il giorno finale dei patimenti, un giorno di giustizia conquistata nella lotta… (da Sempre)

Pablo Neruda

Per frasi e aforismi di Pablo Neruda su Temi vari Clicca qui

Per frasi sull’amore di altri autori celebri Clicca qui

read more
Pagina » 12


Cerca tra altri post


phpJobScheduler