Frasi

Quinto Ennio

Frasi sulla vendetta da Giovenale a Kennedy

La miglior vendetta è il perdono?

Sembrerebbe proprio di si.

Il desiderio di vendetta è un tarlo che rischia di avvelenare la vita giorno per giorno.

“La vendetta è un piatto che si consuma freddo”; è cioé tanto più efficace quanto più è inattesa.

E’ questo il messaggio che ci viene da questi aforismi.

  • Le persone intelligenti non disprezzano nessuno, perché sanno che nessuno è tanto debole da non potersi vendicare, se subisce un’offesa. Esopo
  • La vendetta è il piacere abietto di una mente abietta. Giovenale
  • Perdona i tuoi nemici, ma non dimenticare mai i loro nomi. John Fitzgerald Kennedy
  • Se ti portano via la moglie la miglior vendetta è lasciargliela. Sacha Guitry
  • Un uomo che medita la vendetta, mantiene le sue ferite sempre sanguinanti. Francesco Bacone
  • Occhio per occhio… e il mondo diventa cieco. Gandhi
  • Si odia chi si teme. Quinto Ennio
  • Non ci si vendica mai bene ricorrendo al male. Baltasar Graciàn
  • Una puntura di zanzara prude meno, quando sei riuscito a schiacciare la zanzara. Ugo Ojetti
  • Vedere e ascoltare i malvagi è già l’inizio della malvagità. Confucio
read more

L'Invidia il sentimento che distrugge giorno dopo giorno

Il sentimento colorato di blù.

L’invidia è quel sentimento che nasce quando non si ha qualcosa che si vorrebbe. Essa può essere distruttiva in quanto può provocare introversione e rabbia allontanando sempre di più la possibilità di ottenere il desiderato. Meglio dell’invidia sarebbe il desiderio di avere ciò che non si ha e l’impegno per ottenerlo. Dell’invidia e sull’invidia ecco alcuni acuti aforismi.

  • Si odia chi si teme. Quinto Ennio
  • L’invidia è così magra e pallida perché morde e non mangia. Francisco de Quevedo
  • Il silenzio dell’invidioso fa molto rumore. Kahlil Gibran
  • Il cattivo critico critica il poeta, non la poesia. Ezra Pound
  • O invidia, radice di mali infiniti, verme roditore di tutte le virtù! Miguel de Cervantes
  • Certo che la fortuna esiste. Altrimenti come potremmo spiegare il successo di quelli che non ci piacciono? Jean Cocturan
  • L’intelligenza è forse l’unica ricchezza ad essere stata distribuita equamente, infatti nessuno si lamenta di averne meno degli altri. Proverbio Spagnolo
  • Congratularsi vuol dire esprimere con garbo la propria invidia. Ambrose Bierce
  • Niente risveglia l’ambizione quanto lo squillo di tromba della fama altrui. Baltasar Gracián
  • Quando esamino la fama conquistata dagli eroi e le vittorie dei grandi generali, non invidio i generali. Walt Whitman
  • L’esperienza c’informa che la prima difesa degli spiriti deboli è recriminare. Samuel Taylor Coleridge
  • Raramente attribuiamo il buonsenso agli altri, all’infuori di quelli che sono d’accordo con noi. François de La Rochefoucauld
read more

L'amore e l'odio da Cicerone a Charlie Chaplin

Sempre si è amato, sempre si è odiato

Scrive Cesare Pavese che “Si odiano gli altri perché si odia sé stessi”. Una caratteristica dell’odio è la sensazione di impotenza nei confronti di chi ci ha fatto del male, ma nei confronti dei quali non abbiamo gli strumenti per vendicarci. Ed è proprio questo senso di impotenza che giorno dopo giorno porta finisce col portarci a odiare noi stessi. Ci sono tanri altri modi per rappresentare l’odio e in essi si sono esercitati scrittori e filosofi fin dagli albori della civiltà.

  • Mi odino pure, purché mi temano. Cicerone
  • E’ proprio della natura umana odiare colui che hai offeso. Tacito
  • L’adulazione procura amici, la verità genera odio. Terenzio
  • Da’ tempo all’ira. Spesso l’indugio non toglie la forza: ma alle forze aggiunge il ragionevole consiglio. Tito Livio
  • Odiamo chi ci incute timore; ciascuno desidera con ardore che coloro che odia crepino. Quinto Ennio
  • L?odio è un liquore prezioso, un veleno più caro di quello dei Borgia; perché è fatto con il nostro sangue, la nostra salute, il nostro sonno e due terzi del nostro amore. Bisogna esserne avari. Charles Baudelaire
  • Quando odiamo qualcuno, odiamo nella sua immagine qualcosa che è dentro di noi. Hermann Hesse
  • L’odio senza desiderio di vendetta è un seme caduto sul granito. Honoré de Balzac
  • Odio le cattive massime più delle cattive azioni. Jean Jacques Rousseau
  • Credo nel potere del riso e delle lacrime come antidoto all’odio e al terrore. Charlie Chaplin
  • E’ meglio essere odiati per ciò che si è che essere amati per ciò che non si è. André Gide
read more

Esiste la fortuna? I greci e i romani la pensavano così

La fortuna può essere un punto di vista

Vincere alla lotteria può cambiarti la vita in meglio, ma anche in peggio. La vincita  potrà trovarti impreparato a fronteggiare la nuova realtà e crearti più problemi di quelli che può risolverti. Si consiglia a tal proposito di leggere il libro di Terzoli e Vaime “Tutti possono arricchire tranne i poveri”. A parte le situazioni estreme si può ritenere che la fortuna esiste nella misura in cui si è capaci e qualche volta anche sufficientemente audaci per coglierla. In tutti tempi della storia dell’umanità la fortuna è stata considerato un fattore capace di modificare le sorti di una persona, anche se va ricordato che i romani così come dicevano che “La fortuna aiuta gli audaci” nello stesso tempo affermavano che “Ognuno è artefice della propria fortuna”. Ecco alcune frasi in merito da Eraclito in poi.

  • Se non ti aspetti l’imprevisto, non lo incontrerai. Eraclito
  • Nessuno deve pensare che, nel corso della vita, tutto debba sempre andargli bene, perché la sorte è volubile e dopo un lungo periodo di sereno è inevitabile che venga il brutto tempo. Esopo
  • La fortuna dà troppo a molti, a nessuno abbastanza. Marziale
  • Il valore non serve a nulla, la sorte domina su tutto, e i più coraggiosi spesso cadono per mano dei codardi. Tacito
  • Pochissimo deve fidarsi l’uomo quando è giunto al sommo di ogni fortuna. Tito Livio
  • Il vero amico si riconosce nell’avversa fortuna. Quinto Ennio
  • Il sapiente non accetterà entro la soglia di casa sua nessun denaro di provenienza sospetta: non rifiuterà, però, né respingerà le grandi ricchezze dono della fortuna e frutto della virtù. Seneca
read more

Frasi di odio e d’amore di autori celebri

L’odio, sentimento contiguo all’amore.

Sentimento forte e distruttivo non meno dell’amore. Nei secoli è esistito e nei secoli si è provato a fissarne in una frase i caratteri distintivi più significativi. Una piccola raccolta di aforismi dai poeti dell’antica Roma ai giorni nostri.

  • Odierò, se potrò, altrimenti amerò, controvoglia. Ovidio
  • Si odia chi si teme. Quinto Ennio
  • L’odio è il piacere più duraturo; gli uomini amano in fretta, ma odiano con calma. George Byron
  • Il peggior peccato contro i nostri simili non è l’odio, ma l’indifferenza: questa è l’essenza della disumanità. George Bernard Shaw
  • Il Signore ascolta le preghiere di coloro che chiedono di dimenticare l’odio. Ma è sordo a chi vuole sfuggire all’amore. Paulo Coelho
  • L’odio senza desiderio di vendetta è un seme caduto sul granito. Honoré de Balzac
  • Quando odiamo qualcuno, odiamo nella sua immagine qualcosa che è dentro di noi. Hermann Hesse
  • La guerra più terribile è quella che deriva dall’egoismo, e dall’odio naturale verso altrui, rivolto non più verso lo straniero, ma verso il concittadino, il compagno. Giacomo Leopardi
  • Perdonare è liberare un prigioniero e scoprire che quel prigioniero eri tu. Sacre Scritture
  • Con la violenza puoi uccidere colui che odi, ma non uccidi l’odio. La violenza aumenta l’odio e nient’altro. Martin Luther King
read more
Pagina » 1


Cerca tra altri post


phpJobScheduler