Il caso Marrazzo e gli sciacalli della TV

Cane morde cane

Tra qualche mese, quando il tempo avrà sbiadito il ricordo della disavventura nella quale è incappato, Piero Marrazzo potrebbe tornare al suo lavoro in RAI, magari nelle retrovie. Il passare del tempo non allevierà le sue responsabilità che abbiamo giudicato e contiuiamo a giudicare gravi. Vogliamo ribadire fino alla noia che per noi la responsabilità più grave per chi si droga è di alimentare il mercato e il benessere del malaffare.

Egli incontrerà di nuovo i suoi colleghi, tanto quelli che facendo il loro dovere hanno riferito della sua vicenda quanto quelli che, andando ben oltre il loro dovere, sono entrati in competizione per metterlo in croce. Una crocifissione assolutamente necessaria che nulla ha a che fare con il diritto di cronaca, ma funzionale soltanto a fare apparire meno gravi altri dubbi comportamenti. Tutti colpevoli, nessuno colpevole funziona sempre.

Il comportamento di questi troppo solerti giornalisti è, a dir poco, nauseante. In religioso silenzio su alcune vicende, scatenati in altre. C’è da scommettere che quando incontreranno il loro collega, oggi in disgrazia, gli si faranno incontro stringendolo al loro petto. Commovente, no? Intanto la credibilità dell’informazione fa ancora un altro passo indietro.

Post correlati a Il caso Marrazzo e gli sciacalli della TV

I giornalisti e siti d'informazione più seguiti in Twitter - Classifica sempre aggiornata

I giornalisti sono degli assidui frequentatori di Twitter, come i politici. Buona parte del dibattito che conta transita dal social network dei 140 ca..

Cari giornalisti, basta con i teatrini, ora aiutate la gente a capirci qualcosa

Crisi, lavoro, finanziamento dei partiti, ogni argomento è buono per ricamarci sopra e impacchettare una bella trasmissione che punti a dividere il p..

Il senatore Cintola, l'auto blu e la cocaina

Le auto blu servono, altro se servono. E ne servono tante! La realtà supera abbondantemente la fantasia, ed anche la gag di un vecchio film nel quale..

Sabrina Ferilli e Berlusconi

La bella attrice romana si è limitata a dichiarare :“Berlusconi è forte, ricco, potente, anche talentuoso. Io non lo voterò mai, ma riconoscere i ..

Il riciclo della carta

Oggi una misura della popolarità di un tema è possibile ricavarla andando a verificare quanto esso è oggetto di attenzione in Internet. Abbiamo pot..

Lascia un Commento


phpJobScheduler