La tragedia della Concordia: Un naufragio inspiegabile?

“Concordia” è  il nome di una nave da crociera, ma è riduttivo chiamarla nave, infatti potremo meglio definirla un paese galleggiante…….che governata con  inconcepibile superficialità si è prima impattata su uno scoglio  e poi come un animale ferito si e accucciato su un fondale marino, per fortuna non troppo profondo, che la  sostiene e le impedisce di scivolare più in basso tra i flutti profondi limitrofi all’isola del Giglio. Cosa è successo su questa benedetta nave? I media sono scatenati in mille ipotesi supportate da dichiarazioni di chi ha vissuto in prima persona la tragedia. Noi poveri spettatori stiamo lì ad ascoltare e a provare cordoglio per le vittime e pietosa empatia per chi ha subito un trauma così assurdo e sicuramente evitabile,  solo se coloro che  governavano la nave, si fossero ricordati che erano in navigazione e non  in una giostra del luna park. Bravata……..  la definiscono i magistrati che indagano. Noi cittadini, privi di nozioni giuridiche, sentiamo  di affermare con forza che si tratta di irresponsabilità ……..e quindi di omicidio plurimo ,quanto meno preterintenzionale , perpetrato dal capitano della nave, il quale ha operato sconsideratamente con la complicità di chi sapeva e non si è opposto a  costumi non corretti. Forse  dopo inchieste e processi annosi sapremo la verità…ma sicuramente non sarà sufficiente per placare l’indignazione di chi  assiste  impotente a questi eventi così inqualificabili. Personalmente , una cosa che non capisco è perchè nessuno parla del “reality “che si stava svolgendo sulla nave…..era autorizzato? Può essere che la realizzazione di questa trasmissione abbia distratto i conduttori della nave a tal punto da dimenticare le più elementari misure di sicurezza? Come è avvenuto il sinistro è noto, il perchè è pure noto (il famoso inchinio all’isola del Giglio) pertanto l’incognita più grande resta il ritardo con cui è stata data la notizia del pericolo di affondamento…..cosa si doveva coprire?….Cosa si stava svolgendo sulla nave che non doveva essere  divulgato? Il capitano  Schettino, che  ha abbandonato la nave prima della completa evacuazione ,viene incredibìlmente definito  da alcuni : eroe……..  ma vogliamo scherzare? E’ un eroe  chi, prima affonda la nave, e poi  non è in grado di coordinare  la messa in sicurezza dei passeggeri e che per salvare la pelle  si rifugia sulla terra ferma prima di avere finito di svolgere le sue mansioni?

Post correlati a La tragedia della Concordia: Un naufragio inspiegabile?

I siciliani e la superstizione

Non ci credo, ma mi cautelo Una signora della borghesia medio-alta di Palermo, superstiziosa fino al midollo, includeva tra gli agenti porta sfortuna..

Archimede di Siracusa. Storie sulla vita del genio siciliano

Archimede di Siracusa (in greco Ἀρχιμήδης; Siracusa, circa 287 a.C. – Siracusa, 212 a.C.) è stato un matematico, astronomo, fisico e inve..

L'indifferenza in frasi di Oscar Wilde e Antonio Gramsci

“Parlare male di qualcuno è spaventoso. Ma vi è qualcosa di peggio: non parlarne.” Oscar Wilde Cosa spaventa più di tutto gli uomini pubb..

Il ricordo in frasi famose di Wilde e Kierkegaard

"Nessun maggior dolore che ricordare del tempo felice nella miseria" risponde Francesca a Dante che le chiede di raccontare la sua storia o come scriv..

Cos'è l'onestà? Definizione di onestà in frasi di autori famosi

L'onestà è una parola di gran moda. Dal latino honestas, onestà indica la qualità umana di agire e comunicare in maniera sincera, leale e traspare..

Lascia un Commento


phpJobScheduler