L’amore nella poesia di Sandro Bondi

Sandro Bondi è quel che si dice l’uomo giusto al posto giusto. Un sommo artista a dirigere il Ministero dei Beni Culturali. Oggi magari ci ridiamo sopra ma, tra cento anni, quando saranno scritte migliaia di pagine sulle sue opere e decine di Blogs si interrogheranno alla ricerca spasmodica dell’interpretazione autentica di ciascuna parola dei suoi versi, tra cento anni ripeto, ciascuno di coloro che oggi ha riso, nell’aldilà dovrà abbassare la testa di fronte a lui che sibilerà “si vergogni”. E avrà ragione! Leggendo la sua poesia dedicata alla signora Rosa Bossi, madre adorata del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, quattro versi di intensità inarrivabile,

Mani dello spirito
Anima trasfusa.
Abbraccio d?amore
Madre di Dio

torna alla mente il verso della Divina Commedia dove è raccontato che il conte Ugolino intuisce che la sua sorte e quella dei suoi figli è ormai segnata e lo racconta a Dante con le parole “ed io sentii chiovar l’uscio di sotto all’orribile torre …”.
Come è noto, in alcuni casi invece del termine “chiovar” si trova “chiavar” e su questa differenza i commentatori si sono divisi e si dividono tuttora. Si racconta che il tema fu affrontato anche da Giosué Carducci durante una sua lezione all’Università di Bologna e che alla fine della lezione uno studente gli chiese: “Maestro, ma lei preferisce chiovar o chiavar”? E’ ovvio che io preferisca chiavar rispose Carducci giocando sul facile doppiosenso.
Torniamo all’ultimo verso di questa poesia di Bondi, nel quale egli chiama la signora Bossi, Madre di Dio. Le interpretazioni possibili sono almeno due:

  1. scrivendo Madre di Dio, Bondi ha pensato semplicemente alla Madonna e quindi ha voluto identificare la signora Bossi con questa nostra madre comune;
  2. oppure Dio potrebbe essere stato usato per identificare Silvio Berlusconi.

I commentatori avranno pane per i loro denti. Indagando sul momento in cui il verso è stato scritto e sullo stato d’animo del momento dell’autore ognuno troverà e difenderà la sua verità, ma tutti converranno che nel raccontare l’amore nessuno è riuscito meglio del nostro ministro.

Altre poesie

Post correlati a L'amore nella poesia di Sandro Bondi

Il ricordo in frasi famose di Wilde e Kierkegaard

"Nessun maggior dolore che ricordare del tempo felice nella miseria" risponde Francesca a Dante che le chiede di raccontare la sua storia o come scriv..

Messaggio per il viandante

Percorrendo il sentiero del viandante, il percorso di trekking lungo la riva orientale del lago di Lecco, ci si imbatte frequentemente in cappelle, ed..

La politica, l'amore e la bontà

A detta dei suoi principali esponenti, la politica è il luogo dove si coltivano i migliori sentimenti. Amore, amicizia, pace, bontà. Sono dunque que..

A chi le spara più grosse

Osservando i leghisti, che oggi sembrano dei docili moderati, e Silvio Berlusconi in occhiali scuri diligentemente seduto tra i banchi del senato, si ..

Poesie di Madre Teresa di Calcutta

Madre Teresa di Calcutta, al secolo Anjeza Gonxha Bojaxhiu (Skopje, 26 agosto 1910 –Calcutta, 5 settembre 1997), è stata una religiosa e b..

Lascia un Commento


phpJobScheduler