Poesie d’amore di Antonio De Curtis (Totò): Chi è ll’ommo?

Nun songo nu grand’ommo
nun songo nu scienziato.
‘A scola nun sò gghiuto
nisciuno m’ha mannato.
S’ i’ songo intelliggente?
e m’ ‘o spiate a mme?
I’ songo nato a Napule,
che ne pozzo sapè?!
Appartengo alla massa…
a chella folla ‘e ggente
ca nun capisce proprio ‘o riesto ‘e niente.
Però ve pozzo dicere na cosa:
campanno notte e ghiuomo a stu paese
pur i’ me sò ‘mparato quacche cosa,
quaccosa ca se chiamma umanità.
Senza sapè nè leggere e nè scrivere,
da onesto cittadino anarfabbeta,
ve pozzo parlà ‘ncopp’ a n’ argomento
ca certamente ve po’ interessà: chi è ll’ommo.
Ll’ommo è nu pupazzo ‘e carne
cu sango e cu cervello
ca primma ‘e venì al mondo
(cioè ‘ncopp’ a sta terra)
madre natura, ca è sempre priviggente,
l’ha miso ‘nfunno ‘a ll’anema,
cusuto dint’o core, na vurzella
cu dinto tante e tante pupazzielle
che saccio: ‘o mariuncello,
na strega ‘e Beneviento,
nu scienziatiello atomico
cu a faccia indisponente,
nu bello Capo ‘e Stato
vestuto ‘a Pulcinella;
curtielle, accette, strummolo
e quacche sciabbulella.
Penzanno ca ‘o pupazzo
nu juomo se fa ommo,
si se vò divertì,
chesto ‘o ppò fa. E comme?
Sceglienno ‘a dint’ ‘o mazzo
ca tene dint’ ‘a vurzella,
chello ca cchiù lle piace
fra tutte ‘e pazzielle.
Si po’ sentite ‘e dicere:
“‘O tale hanno arrestato!
Era uno senza scrupolo:
pazziava al peculato.
E trene nun camminano?
‘A posta s’he fermata?”.
Chi tene ‘mmano ‘o strummolo,
pazzianno s’he spassato.
‘O scienziatiello atomico
ch’ ‘a bomba ‘a tena stretta
“Madonna! – tremma ‘o popolo-
E si mo chisto ‘a jetta?”.
Guardate che disgrazia
si ‘a sciabbulella afferra
nu capo ca è lunatico:
te fa scuppià na guerra.
Senza penzà ca ‘o popolo:
mamme, mugliere e figlie,
chiagneno a tante ‘e lacreme.
Distrutte sò ‘e famiglie!
A sti pupazze ‘e carne affocaggente
l’avessame educà cu ‘o manganiello,
oppure, la natura priviggente,
avess’ ‘a fa turnà nu Masaniello.
Ma ‘e ccose no… nun cagnano
e v’ ‘o dich’i’ ‘o pecchè:
nuie simme tanta pecure…
facimmo sempe “mbee”.

Altre poesie

Post correlati a Poesie d'amore di Antonio De Curtis (Totò): Chi è ll'ommo?

Poesie di Madre Teresa di Calcutta

Madre Teresa di Calcutta, al secolo Anjeza Gonxha Bojaxhiu (Skopje, 26 agosto 1910 –Calcutta, 5 settembre 1997), è stata una religiosa e b..

Amo tutto ciò che è stato ( Fernando Pessoa )

Amo tutto ciò che è stato, tutto quello che non è più, il dolore che ormai non mi duole, l’antica e erronea fede, l’ieri che ha lasciato d..

Oggi "29 Settembre"

Questa canzone, resta sempre  indimenticabile per coloro che erano giovane negli anni 70; fu interpretata sia da Battisti, coautore con Mogol , che d..

Le Nozze ..... Ode di Giuseppe Parini

LE  NOZZE È pur dolce in su i begli anni de la calda età novella lo sposar vaga donzella, che d?amor già ne ferì. In quel giorno i prim..

Poesie d'amore di Antonio De Curtis (Totò): Donna Amalia

V'aggia spià na cosa Donn'Amà: vurria sapè pecchè quanno ve veco, la capa mia nun po' cchiù raggiunà. Si me parlate, 'mpietto 'a voce vosta, ..

Lascia un Commento


phpJobScheduler