Settembre: Una poesia di Hermann Hesse

Una poesia per Settembre: di Hermann Hesse

Settembre 

Triste il giardino: fresca 
scende ai fiori la pioggia. 
Silenziosa trema 
l’estate, declinando alla sua fine. 
Gocciano foglie d’oro 
giù dalla grande acacia. 
Ride attonita e smorta 
l’estate dentro il suo morente sogno. 
S’attarda fra le rose, 
pensando alla sua pace; 
lentamente socchiude 
i grandi occhi pesanti di stanchezza.  

Settembre segna la fine dell’estate: metafora perfetta della vita che scorre inesorabile ed attraversa imperterrita ogni sua stagione…….

 

Altre poesie

Post correlati a Settembre: Una poesia di Hermann Hesse

Quartina sulla purezza assoluta

Dedicata a tutti coloro che sono impegnati ogni giorno nella strenua difesa della propria purezza assoluta. A tutte le anime belle che posti davant..

Messaggio per il viandante

Percorrendo il sentiero del viandante, il percorso di trekking lungo la riva orientale del lago di Lecco, ci si imbatte frequentemente in cappelle, ed..

Poesia di Charles Bukowski - Autoinvitati

Autoinvitati va bene, mettimi le mutande al contrario, telefona in Cina, fai volar via gli uccelli, compra un quadro di una colomba rossa e ricorda..

Il tranviere metafisico

Ritorna a volte il sogno in cui mi avviene di manovrare un tram senza rotaie tra campi di patate e fichi verdi nel coltivato le ruote non sprofonda..

Poesie d'amore di Pablo Neruda: Ode al primo giorno dell'anno

Lo distinguiamo dagli altri come se fosse un cavallino diverso da tutti i cavalli. Gli adorniamo la fronte con un nastro, gli posiamo sul co..

Lascia un Commento


phpJobScheduler