Socrate, Platone, Aristotele e la scuola di Atene

In questo interessante video, Maurizio Ferraris racconta la vita e il pensiero di Socrate, Platone, Aristotele, i principali esponenti della scuola filosofica di Atene. Per gli amanti della filosofia, questo video di 1 ora e mezza è un’alternativa a un film o meglio ancora a un dibattito politico in tv, specie di questi tempi in cui è di moda sbandierare idee rivoluzionarie a colpi di vaffa.

È Atene, la città della Grecia in cui il pensiero e l’arte conoscono le vette più straordinarie, la patria della più gloriosa triade di pensatori del mondo antico.

Socrate, l’instancabile filosofo del domandare. Platone, il filosofo dello stato ideale. Aristotele, che fonda sulla filosofia l’intero sistema delle scienze.
La loro riflessione ha gettato le basi per nuove e infinite possibilità della conoscenza.

Socrate aveva svalutato i fenomeni naturali privilegiando l’interiorità. Platone aveva detto che quello che si presenta alla nostra esperienza è essenzialmente apparenza. Aristotele, al contrario, ci dice che le cose per apparire hanno una loro necessità interna. I filosofi si possono dividere in due grandi famiglie: coloro i quali ritengono che le apparenze sono tutte da condannare perché ingannano e l’essenza sta da un’altra parte, e coloro i quali ci dicono che se le apparenze appaiono in quella maniera è perché c’è un motivo e quindi bisogna innanzitutto dare ragione alle apparenze.
Il presente video è tratto dalla collana “Il caffè filosofico – La filosofia raccontata dai filosofi”, un’iniziativa di Repubblica – L’Espresso, in edicola dal 20 novembre 2009, da una collana di 16 dvd in cui il pensiero dei grandi filosofi è spiegato con semplicità dai maestri di oggi.

Della stessa collana esiste la versione cartacea in 16 volumi di 100 pagine: dai Presocratici a Popper, passando per Aristotele, Kant e Hegel, dove è esposto con semplicità e chiarezza il pensiero dei più grandi filosofi della storia.

Invitiamo tutti i visitatori a rendere possibile altre iniziative simili abbonandosi alle iniziative editoriali di Espresso/Repubblica.
http://ilmioabbonamento.espresso.repu…

Visita la pagina Libera Scienza
http://www.facebook.com/liberascienza

Post correlati a Socrate, Platone, Aristotele e la scuola di Atene

Sillogismo aristotelico vs sillogismo di Carlo Sibilia

Così si è espresso Carlo Sibilia, parlamentare del movimento 5 stelle, per annunciare la sua querela contro Enrico Mentana, reo di averlo offeso..

Frasi sul coraggio

Diceva Paolo Borsellino che è impossibile non avere paura, l'importante è che insieme alla paura ci sia anche il coraggio. Il coraggio è la capacit..

Cos'è la curiosità?

Curiosità, dal latino Curiòsus da Cura vuol dire "pendersi cura", "interessarsi". E' una tensione naturale che prende il nome da una sollecitudine, ..

La meraviglia come principio della conoscenza per Aristotele

Aristotele scrisse così, nella sua Metafisica. “Ogni uomo per natura desidera di conoscere. Gli uomini, da sempre, hanno preso dalla meraviglia lo ..

Domande dalle risposte incerte: Cosa c'è nell'aldilà ?

John Martin Fischer  ci darà la risposta alla domanda: Cosa c'è nell'aldilà? Gli basteranno cinque milioni di dollari per rispondere alla doman..

One Comments

  • Giuseppe Di Cerbo

    10 marzo 2010

    Nessuna regola e, a parer mio nessuna legge dovrebbe poter impedire il DIRITTO al voto. La questione del “cambio” delle regole in corso d’opera…,non possiede altro piedistallo su cui reggersi, se non la paura della sconfitta politica e l’ipocrisia intelletuale specialmente di coloro che hanno da sempre reclamato la prerogativa e l’orgoglio dei campioni del rispetto e dell’applicazione di ogni diritto civile. La tardiva presentazione delle liste (di quanti minuti, esattamente?) non può rappresentarne un motivo di estromissione dalla partecipazione al giudizio dei cittadini. Se questo principio dovesse applicarsi restrittivamente a tutti, Parlamentari (in primis), professori, studenti, funzionari pubblici e, via via, tutti coloro che sono soggetti al rispetto di un orario, dovrebbero essere “puniti” con lo stesso metro di giudizio. Conseguenza? Socrate berrebbe la cicuta, ma per non correre il rischio di coprirsi di ridicolo.

Lascia un Commento


phpJobScheduler